I batteri negli alimenti nella calura estiva

I batteri negli alimenti nella calura estiva

Forte moltiplicazione di batteri negli alimenti nella calura estiva

Le temperature estive favoriscono la moltiplicazione dei batteri negli alimenti. Il Ministero della protezione dei consumatori consiglia che determinati prodotti dovrebbero essere sempre refrigerati e consumati solo se cotti. Altrimenti il ​​rischio di salmonella aumenta in particolare.

Attenzione ai batteri nella carne cruda e nelle uova Se le uova crude o la carne non sono sufficientemente raffreddate, aumenta il rischio di salmonella negli alimenti a una temperatura compresa tra 20 e 40 gradi Celsius. I batteri potrebbero quindi moltiplicarsi rapidamente e causare infezioni alimentari. Le aziende e i consumatori sono invitati a garantire che i prodotti siano costantemente raffreddati, ha affermato il ministero.

Oltre a raffreddare gli alimenti, si consiglia di mangiare solo uova e carne macinata durante la cottura. Perché il calore della torrefazione o della cottura rende i batteri innocui. Il Ministero della protezione dei consumatori consiglia inoltre un livello elevato di pulizia nell'area della cucina. Il lavaggio regolare delle mani dopo il contatto con carne cruda è anche una delle regole igieniche più importanti per la manipolazione degli alimenti. Se la carne cruda o il pesce crudo sono stati lavorati su un piatto o un tagliere, anche questo dovrebbe essere pulito accuratamente prima che altri alimenti vengano elaborati su di esso. In questo modo si evita la trasmissione di germi ad altri alimenti.

La salmonella può causare gravi infezioni alimentari "Le infezioni alimentari, specialmente negli anziani e nei bambini piccoli, sono spesso malattie molto gravi associate a diarrea, spesso febbre, mal di testa e problemi circolatori, che possono portare alla morte delle persone colpite", ha detto il ministero all'agenzia di stampa "Dpa".

Ad esempio, la salmonella può causare salmonellosi. Questa è un'infiammazione gastrointestinale, con i tipici sintomi di vomito e diarrea. L'infezione è di solito terminata entro poche ore o pochi giorni dopo aver mangiato il cibo contaminato. In rari casi, può essere necessario un trattamento ospedaliero in ospedale se il paziente ha una febbre aggiuntiva e il corpo è gravemente indebolito da un'alta perdita di liquidi e da una rapida perdita di peso. (Ag)

Immagine: Sebastian Karkus / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: T30 Conservazione degli alimenti filmato