Notizia

I farmacisti stanno pianificando ulteriori consigli per i pazienti


L'associazione federale adotta il documento prospettico "Farmacia 2030"

Cambiamenti di vasta portata nelle farmacie? Come recentemente deciso dall'assemblea generale dell'Associazione federale delle associazioni di farmacisti tedeschi (ABDA), in futuro verranno fornite ulteriori consulenza nelle farmacie e verrà promosso un legame permanente farmacista-paziente. Tuttavia, i medici e gli assicuratori sanitari sono scettici sui piani.

Colloqui regolari con i pazienti consultivi previsti nei farmacisti Esistono ovviamente importanti piani di ristrutturazione nelle farmacie. Come riporta attualmente l'assemblea generale dell'Associazione federale delle associazioni di farmacisti tedeschi (ABDA), il documento di prospettiva "Farmacia 2030" nella sua versione attuale è stato accettato dalle organizzazioni aderenti all'ABDA. "Vogliamo offrire al paziente un legame permanente con il suo farmacista, qualcosa di simile a un medico", ha detto a Die Welt il presidente dell'ABDA Friedemann Schmidt. Questo aspetto potrebbe essere particolarmente vantaggioso per le persone affette da malattie croniche perché, oltre all'operazione convenzionale, in futuro sono previste discussioni consultive periodiche con i pazienti da parte del farmacista, che - analogamente al medico - dovrebbero svolgersi in farmacia previo appuntamento.

Sollievo per i medici? Secondo Schmidt, anche coloro che assumono lo stesso farmaco in modo permanente possono beneficiare dell'Apotheke 2030, perché in futuro una prescrizione di follow-up non richiederà più la visita di un medico, invece, i pazienti potrebbero semplicemente prenderlo nella "tua" farmacia. "Potremmo alleviare i dottori", Schmidt ha continuato a dire al "Welt", per cui si trattava principalmente di una migliore coordinazione della fornitura di medicinali, perché, come spiega Schmidt, le persone sarebbero comunque morte a causa delle loro medicine non andare d'accordo da solo.

Obiettivo: analisi continua dei farmaci per i pazienti In questo contesto, secondo il documento di prospettiva "Farmacia 2030", è prevista una futura "gestione dei farmaci", che dovrebbe fungere da "strumento essenziale per una terapia farmacologica sicura, efficace ed economica". "Lo farà
Tutti i farmaci per i pazienti, inclusa l'automedicazione, sono stati costantemente analizzati. L'obiettivo è di evitare o identificare e risolvere i problemi legati alla droga, aumentando così l'efficacia e l'efficienza della terapia farmacologica. "

Tariffe aggiuntive per Refom richieste Tuttavia, secondo il presidente ABDA, la consulenza e l'accesso alle farmacie previsti non sono intesi come un servizio gratuito, ma i farmacisti chiedono tariffe aggiuntive per servizi aggiuntivi: “Oltre alla precedente tariffa di base, che si basa sul pacchetto consegnato "Abbiamo bisogno di un secondo pilastro della remunerazione", ha continuato Schmidt al quotidiano. Di conseguenza, è stato necessario introdurre una tabella delle commissioni che potesse essere utilizzata per fatturare i servizi aggiuntivi. Questo era un requisito incomprensibile per le compagnie di assicurazione sanitaria perché "uno dei compiti principali di un farmacista è buono Consigliare i pazienti e stanno già ricevendo buoni compensi per questo ", ha detto al quotidiano Florian Lanz, portavoce dell'organizzazione ombrello per l'assicurazione sanitaria obbligatoria. C'è stato anche uno scetticismo da parte dei medici, poiché legami più stretti tra farmacista e paziente comportano il rischio di indebolire i confini tra le competenze fondamentali di farmacisti e medici. Normalmente il medico residente saprebbe esattamente sui suoi pazienti: "Sa anche di quale farmaco necessita il paziente", continua Lanz.

Immagine: Siepmann H / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Differenza tra CTF e FARMACIA (Settembre 2020).