Le analisi del DNA mostrano i germi resistenti più rapidamente

Le analisi del DNA mostrano i germi resistenti più rapidamente

Analisi veloci del DNA nella lotta contro i germi resistenti
03.06.2014

Fino a 15.000 persone muoiono in Germania ogni anno perché vengono infettate da agenti patogeni pericolosi nelle cliniche. Le nuove analisi del DNA dovrebbero ora aiutare ad accelerare il trattamento. I germi resistenti possono essere determinati in sole quattro ore.

Quattro ore per l'analisi La lotta contro i germi clinici resistenti agli antibiotici deve essere accelerata in futuro da una cartuccia di plastica delle dimensioni di una scatola di sigari. Queste scatole vengono quindi inserite in un dispositivo di analisi in cui il DNA dei patogeni viene copiato, moltiplicato e vengono determinati il ​​tipo di germe e la sua resistenza ai farmaci. Come ha affermato Oliver Schacht, amministratore delegato del produttore Curetis AG a Holzgerlingen (distretto di Böblingen), questo mini laboratorio richiede solo quattro ore buone per la sua analisi. "Il sistema è così semplice che un'infermiera dell'ospedale può usarlo alle tre del mattino", afferma Schacht. L'analisi con il solito metodo (terreno nutritivo, capsula di Petri, crescita, valutazione) ha richiesto fino a tre giorni.

Fino a 15.000 morti all'anno per i germi ospedalieri, il prof. Udo Reischl dell'Istituto di microbiologia e igiene dell'ospedale universitario di Ratisbona, ha spiegato: “Questo non è pratico per gli ospedali. I medici hanno spesso bisogno di sapere rapidamente se un paziente è popolato da batteri altamente resistenti. ”Gli esperti stimano che i casi di infezione negli ospedali tedeschi siano un numero di sei cifre all'anno. A seconda delle informazioni, ci sono da 20.000 a 40.000 morti, con il Ministero federale della sanità che cita da 7.500 a 15.000 casi. Gli esperti parlano di un aumento globale dei ceppi batterici multi-resistenti. I patogeni resistenti si stanno diffondendo sempre di più attraverso l'uso di antibiotici ad ampio spettro non specifici. Schacht chiama questa "rapida evoluzione".

Costi elevati Il sistema di cartucce dovrebbe ora consentire anche ai professionisti medici di utilizzare i farmaci in modo più preciso. Secondo Schacht, i dispositivi diagnostici costano fino a 55.000 euro. Attualmente vengono dati agli ospedali che stanno testando. Le cartucce usa e getta costano da 192 a 262 euro e la necessità di ciascuna unità di terapia intensiva è di circa 200 test all'anno. Secondo Reischl, ci sono anche analisi del DNA significativamente più economiche. Ma ha detto: "Le compagnie di assicurazione sanitaria vogliono introdurre nuove tecnologie solo se sono neutrali sotto il profilo dei costi". Da un giorno nel reparto di terapia intensiva potrebbe costare dai 2.000 ai 2.500 euro, Schacht ha affermato che trattamenti più rapidi e mirati potrebbero far risparmiare denaro. "Ogni ora che posso trattare in precedenza abbrevia il tempo trascorso a letto", ha spiegato Peter Walger della Società tedesca per l'igiene ospedaliera. Tuttavia, vede anche un rischio nella diagnostica rapida: “La realtà medica è complessa. Prendere un campione sul letto e prendere una decisione è tutt'altro. La semplice prova spesso dice poco ".

Gli anziani sono particolarmente a rischio Il cosiddetto germe MRSA ("Staphylococcus aureus resistente alla meticillina") è responsabile della maggior parte delle infezioni. Si tratta di agenti patogeni resistenti a tutti i comuni antibiotici beta-lattamici disponibili sul mercato, come la penicillina, e rispondono solo al trattamento con i cosiddetti "antibiotici di riserva". Le persone con un sistema immunitario indebolito e gli anziani sono particolarmente a rischio. L'anno scorso, due terzi delle persone colpite avevano 70 anni o più. I sintomi tipici dopo l'infezione vanno da infiammazione, diarrea, polmonite, nausea e vomito all'avvelenamento del sangue. Non solo l'uso disinteressato degli antibiotici, ma anche la mancanza di sterilità è associato alla diffusione di tali "super germi". (anno Domini)

Immagine: Sebastian Karkus / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: MY BOYFRIEND BUYS MY OUTFIT!!!