A partire da luglio, apparentemente meno soldi per le ostetriche

A partire da luglio, apparentemente meno soldi per le ostetriche

Meno soldi per le ostetriche da luglio?
26.05.2014

I negoziati per aumentare il sostegno alle ostetriche a causa dei premi di responsabilità sono falliti per il momento. L'associazione ombrello GKV e l'associazione ostetrica tedesca non potevano concordare un risarcimento dei costi a causa di idee diverse.

Fondi e associazioni non possono essere d'accordo

Ostetricia libera in Germania è stata minacciata per anni a causa delle elevate spese assicurative. Sempre più ostetriche devono arrendersi. Ora si è intensificata la disputa sull'aumento dei premi di responsabilità tra le associazioni ostetriche e l'organizzazione ombrello dell'assicurazione sanitaria obbligatoria (GKV). Gli assicuratori sanitari e le associazioni non hanno potuto concordare un risarcimento dei costi per i premi, che sono saliti a 5091 euro da luglio di quest'anno. Ora deve essere coinvolto un collegio arbitrale. Il problema riguarda principalmente le ostetriche con un numero relativamente basso di nascite, poiché le indennità degli assicuratori sanitari non sono sufficienti.

Aumento dei costi di responsabilità per le ostetriche

L'associazione ombrello GKV vede la colpa per questo con le ostetriche. Come annunciato dalla principale associazione, le associazioni di ostetricia avevano invece il risarcimento legale richiesto per i maggiori costi di responsabilità di due milioni di euro, per un totale di quattro milioni di euro. La German Midwifery Association (DHV) contraddice questo. Katharina Jeschke, membro del Presidio del DHV, ha dichiarato: "Le compagnie di assicurazione sanitaria non sono preparate a compensare adeguatamente il comprovato onere aggiuntivo per le ostetriche ostetriche." Le ostetriche che lavorano nelle ostetriche dipenderebbero dal "supplemento di sicurezza" pianificato dal ministro federale della sanità Hermann Gröhe (CDU) se le compagnie di assicurazione sanitaria li offrissero stato.

La compensazione per il parto potrebbe diminuire

Le associazioni di ostetrica mescolerebbero la questione del costo della responsabilità professionale con "richieste di indennità generali", l'accusa delle compagnie di assicurazione sanitaria. L'organizzazione ombrello ritiene che il modello proposto dalle compagnie di assicurazione sanitaria avrebbe portato una soluzione per le ostetriche con poche nascite. Un accordo è urgente in base alle informazioni del registratore di cassa, poiché dopo il 1 luglio scade un supplemento precedentemente concordato. L'indennità per un parto potrebbe quindi diminuire. A livello nazionale, sarebbero interessate circa 2.500 ostetriche indipendenti. Al contrario, è già stato raggiunto un accordo per le ostetriche che offrono cure preventive o cure postnatali.

L'ostetrica parla della gravità della situazione

Quanto drammatica sia la situazione per molte ostetriche, Birgit Dreyer, levatrice e compagna della casa natale di Eilenriede ad Hannover, ha spiegato in un'intervista a "Heilpraxisnet.de" alla fine dello scorso anno: "Ci sono regioni in Germania che non offrono più ostetricia non clinica". E la situazione diventerà ancora più problematica in futuro: “I piccoli centri di nascita non saranno in grado di durare a lungo. E i nuovi giovani colleghi non oseranno più fare il passo come liberi professionisti per ragioni di esistenza. "Dreyer ha spiegato che l'aumento dell'assicurazione di responsabilità professionale colpisce" le ostetriche che offrono ostetriche a casa, nel centro di parto o come assistenti di ostetrica ". (Sb)

Immagine: Katrin Schindler / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Vi racconto il mio parto di 45 minuti! la nascita in casa di Giulio