Notizia

Placenta: i batteri provocano un parto prematuro


I batteri nella placenta influenzano le nascite premature
22.05.2014

Nell'utero, il bambino viene curato attraverso la placenta. Il tessuto nell'utero, noto anche come la torta madre, filtra anche tossine e germi dal sangue della madre. Tuttavia, come hanno scoperto i ricercatori, questo organo non è completamente privo di germi.

Diverse comunità batteriche vivono nella placenta Come riportato dai ricercatori statunitensi, una piccola e diversificata comunità batterica vive nella placenta delle donne in gravidanza, la cui composizione ricorda molto più quella della cavità orale. Nella rivista Science Translational Medicine, scrivono che esiste una connessione tra il tipo di batteri e il rischio di parto prematuro. La composizione batterica viene modificata dalle infezioni in gravidanza come le infezioni del tratto urinario.

Fornitura dell'embrione attraverso la torta madre La torta madre, come viene anche chiamata la placenta, si forma all'inizio della gravidanza e assicura l'apporto dell'embrione in crescita di nutrienti e ossigeno attraverso il cordone ombelicale. Serve anche come barriera naturale tra il flusso sanguigno della madre e del bambino e impedisce ad alcuni inquinanti e agenti patogeni di raggiungere la madre dal bambino. Tuttavia, la placenta non filtra tutte le sostanze nocive dal sangue della madre e non tutti i batteri, come suggerisce il nuovo studio. Diversi studi avevano già dimostrato in passato che i pesticidi nelle donne in gravidanza e nelle madri potevano rappresentare un rischio per la salute del nascituro o dell'allattamento, poiché i veleni non si depositano solo nel latte materno, ma anche nella torta madre e vengono quindi trasmessi al bambino.

Piccolo numero di batteri Dopo la nascita, gli scienziati hanno esaminato 320 placentas di donne guidate da Kjersti Aagaard del Baylor College of Medicine e dal Texas Children's Hospital di Houston. Usando metodi di ingegneria genetica, hanno identificato i ceppi batterici che vi si trovano e poi hanno confrontato la composizione con quella di altre regioni del corpo. Negli ultimi anni, sono stati raccolti dati sulla diversità dei batteri negli e sugli esseri umani al "Progetto Microbiom umano". La composizione batterica della placenta differiva da donna a donna. In generale, il numero di batteri era basso, i batteri intestinali Escherichia coli erano più comuni nella maggior parte delle donne. La maggior parte dei batteri era innocua e apparteneva ai soliti germi umani.

Somiglianze con la composizione batterica nella cavità orale I ricercatori hanno scoperto che la composizione batterica era simile a quella della cavità orale, in particolare sulla lingua, sulle tonsille e nella placca dentale. I batteri probabilmente hanno raggiunto la torta madre all'inizio della gravidanza attraverso il sangue della madre. Il suo nuovo studio fornisce anche nuovi indizi su quando i bambini vengono colonizzati per la prima volta con batteri, probabilmente già nell'utero attraverso la placenta. Alcuni germi erano più comuni nelle donne che partorivano prematuramente e altri erano meno comuni. In un altro studio, gli scienziati ora vogliono investigare questa connessione in modo più dettagliato. Inoltre, la composizione della comunità batterica è cambiata anche nelle donne che hanno avuto un'infezione, come un'infezione del tratto urinario, nel primo e all'inizio del secondo trimestre di gravidanza. (Sb)

Immagine: JMG / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Vi racconto il mio Parto Prematuro! (Agosto 2020).