Notizia

I pazienti sono spesso perdenti nella disputa sui costi


Il paziente deve pagare di tasca sua il costo dell'intervento al ginocchio da parte del medico principale

Un falegname di 30 anni di Bretzfeld nel distretto di Hohenlohe è stato sottoposto a un complicato intervento al ginocchio presso la clinica ortopedica di Markgröningen (OKM), che è stato eseguito dal capo medico. Per questo, la clinica ha chiesto all'uomo circa 1350 euro. Tuttavia, quest'ultimo è andato in tribunale perché ha visto la sua compagnia di assicurazione sanitaria sotto obbligo. Tuttavia, il tribunale sociale dello stato ha deciso a favore del fondo che il paziente doveva rimanere a spese. Il "giornale del distretto di Ludwigsburg" riportava il caso.

Controversia legale sui costi per il trattamento del medico principale Dopo che il trentenne è diventato incapace di lavorare a causa di un'impalcatura dall'impalcatura, ha deciso di contattare il medico capo dell'OKM dopo quattro anni. A causa della grave lesione, l'uomo propose una complicata procedura chirurgica, in cui il ginocchio danneggiato doveva essere stabilizzato con un tendine del donatore invece del tendine di un corpo. Il carpentiere acconsentì e fece operare correttamente il ginocchio. L'OKM ha richiesto poco meno di 4.700 euro per l'intervento, di cui la compagnia di assicurazione sanitaria maschile, IKK Classic, ha pagato poco meno di 3.300 euro. Lui stesso ha dovuto pagare circa 1.350 euro per le cure del capo medico. Il trentenne si è quindi recato presso il tribunale sociale di Heilbronn perché ha chiesto al suo assicuratore sanitario di pagare l'intero importo. Il tribunale ha messo in dubbio la legalità della doppia fatturazione perché la clinica non ha offerto all'uomo alcuna alternativa e ha ordinato alla compagnia di assicurazione sanitaria di pagare l'intero costo, compreso il trattamento da parte del medico principale.

Controversie sui costi di un intervento chirurgico si svolgono sul retro del paziente. La compagnia di assicurazione sanitaria è stata sottoposta a revisione, in modo che il caso sia stato nuovamente processato davanti al tribunale sociale regionale di Stoccarda. "Il tribunale sociale di Heilbronn ha sollevato il caso sulla strada sbagliata", il giornale cita l'11 ° Senato. È sufficiente che IKK Classic copra i costi operativi come parte di una tariffa forfettaria. Il trattamento da parte del medico principale non prevede la legge e deve essere a carico del paziente stesso.

Il paziente dovrebbe quindi rimanere sui costi del trattamento. Tuttavia, ciò è particolarmente discutibile perché il falegname non è stato sufficientemente informato dal capo medico. L'uomo aveva supposto che solo il medico esperto potesse eseguire l'operazione complicata nella clinica. Ciò è confermato anche dai registri del medico principale, che sono disponibili per il giornale. Dice: “L'operazione molto complessa è offerta solo da pochissime cliniche e può essere eseguita solo da chirurghi molto esperti. Nel mio dipartimento, solo io eseguo questa operazione da solo. ”Olaf Sporys, direttore regionale di OKM, ha esplicitamente sottolineato al giornale che l'operazione può essere eseguita anche da medici senior. "Quindi non sarebbero stati sostenuti costi." Ma il paziente ha chiesto il trattamento del medico. L'avvocato del carpentiere ha negato questo. "Avrebbe preso una strada diversa se gli fosse stato mostrato", ha detto al giornale.

Ora il caso potrebbe passare al turno successivo, perché il trentenne sta pensando di fare causa alla clinica, secondo il suo avvocato. Finora si è astenuto dal farlo, poiché il risultato dell'operazione è molto soddisfacente.

I pazienti spesso perdono in una disputa con la compagnia di assicurazione sanitaria e spesso hanno esperienze simili se le compagnie di assicurazione sanitaria rifiutano di coprire i costi di determinate procedure terapeutiche. Il fattore decisivo qui non è se una procedura di trattamento sia efficace o necessaria, ma piuttosto l'assunzione dei costi dipende dal fatto che la terapia sia considerata "raccomandata" dal Comitato misto federale (GBA). In tal caso, l'assicuratore paga le spese, altrimenti il ​​paziente rimane su importi talvolta molto elevati. Ad esempio, un uomo affetto dal virus Epstein-Barr ha dovuto pagare 70.000 euro per l'immunoterapia perché la sua compagnia di assicurazione sanitaria ha rifiutato di pagare le cure. Il tribunale sociale del Baden-Württemberg ha confermato la decisione della compagnia di assicurazione sanitaria sostenendo che si trattava di un servizio medico privato (numero di fascicolo: L 11 KR 2307/07).

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Filippo Poderini - Ogni Tuo Difetto (Ottobre 2020).