Cancro aggressivo: tumori maligni della ghiandola surrenale

Cancro aggressivo: tumori maligni della ghiandola surrenale

Ricerca: nuove scoperte sul tumore surrenalico maligno
21.04.2014

Il cancro surrenalico è relativamente raro in Germania, ma spesso segue un corso sfavorevole. I ricercatori europei sono ora riusciti ad acquisire nuove conoscenze sui tumori maligni delle ghiandole surrenali, che potrebbero essere un passo verso migliori opzioni terapeutiche.

Cancro raro con un decorso sfavorevole Con la forte partecipazione di Würzburg, un gruppo di ricerca europeo è ora riuscito a trovare nuovi geni e a segnalare percorsi in relazione ai tumori delle ghiandole surrenali. La maggior parte dei disturbi della ghiandola surrenale sono tumori benigni. Ma anche se il cancro della ghiandola surrenale si verifica solo relativamente raramente, rappresenta ancora una grande minaccia per le persone colpite: in Germania ci sono circa uno o due casi per milione di abitanti, ma questi spesso hanno un corso sfavorevole . Pertanto, oltre la metà di tutti i pazienti che hanno un tumore maligno nella ghiandola surrenale non sono più vivi dopo cinque anni. Da un lato, la malattia viene spesso riconosciuta in ritardo e, dall'altro, è difficile da trattare in una fase avanzata.

I risultati potrebbero essere un passo verso migliori opzioni terapeutiche Ma questo potrebbe cambiare in futuro grazie ai nuovi risultati del gruppo di ricerca europeo ENSAT (Rete europea per lo studio dei tumori surrenali). Come ha riferito il professor Martin Fassnacht dell'Università di Würzburg, questo potrebbe essere un passo verso migliori opzioni terapeutiche. Insieme al francese Jérôme Bertherat, Guillaume Assié ed Eric Letouzé, il professor Fassnacht è uno dei principali autori dell'opera intitolata "Caratterizzazione genomica integrata del carcinoma adrenocorticale", recentemente pubblicata sulla rivista scientifica "Nature Genetics".

Cambiamenti genetici nel tipo di cancro molto aggressivo Il professor Fassnacht e i suoi colleghi sono riusciti a decifrare i cambiamenti genetici nel tipo di cancro molto aggressivo in una certa misura. A tal fine, gli scienziati hanno valutato un gran numero di dati clinici e campioni di tumore, molti dei quali provenienti dall'ospedale universitario di Würzburg, e li hanno combinati con dati biologici molecolari. "Grazie al lavoro dei vari esperti delle singole aree, siamo stati in grado di esaminare da vicino il genoma", ha affermato Fassnacht in un rapporto dell'Università Julius Maximillians di Würzburg.

Al momento, non è possibile derivare alcun nuovo approccio terapeutico, il che significa che sono stati aggiunti nuovi driver ai driver già noti di cambiamenti genetici patologici. "Il cambiamento nel gene ZNRF3, per esempio, è stato riscontrato in un quinto di quelli colpiti", ha detto l'esperto. Nonostante questa scoperta, rimane critico e sta già guardando al lavoro futuro. "L'esatto funzionamento di molti di questi" nuovi geni "non è ancora chiaro. Pertanto, un nuovo approccio terapeutico non può essere derivato dai nostri risultati al momento ", ha detto il medico. Tuttavia, gli scienziati sperano che ciò sia possibile in futuro. Ecco perché la ricerca continua nella rete europea.

Progressi grazie alla rete europea Secondo l'Università di Würzburg, i progressi nella ricerca sulle malattie tumorali della ghiandola surrenale sono indissolubilmente legati alla creazione della rete ENSAT. L'iniziativa è nata nel 2002 dal professore di Würzburg Bruno Allolio, tra gli altri. Allolio e il professor Fassnacht sono attualmente alla guida dei dipartimenti di endocrinologia e diabetologia presso l'ospedale universitario fino a quando Bruno Allolio si ritira alla fine del semestre invernale 2014/15.

Possibili indicazioni di disturbi della ghiandola surrenale Le indicazioni di una possibile malattia della ghiandola surrenale possono includere cambiamenti nelle cosiddette funzioni vegetative del corpo, come battito cardiaco accelerato, sudorazione eccessiva o ipertensione. Altri sintomi includono alterazioni metaboliche come aumento di peso o diabete mellito. Inoltre, i cambiamenti nei valori del sangue, in particolare la concentrazione di sali nel sangue, possono essere un'indicazione di malattia surrenalica. Anche l'aspetto esterno può cambiare. Tra le altre cose, ciò può portare a un aumento dei peli del corpo, una voce più profonda o la cosiddetta faccia della luna piena. (Sb)

Immagine: Rainer Sturm / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Metastasi ossee e tumore della prostata: quali sono le cure più recenti