Notizia

I medici temono un sistema sanitario più povero


Il sondaggio mostra soddisfazione generale, ma previsioni cupe
02.04.2014

Quanto è soddisfatta la popolazione tedesca con l'assistenza sanitaria? Questa domanda era al centro del nuovo "Rapporto sulla salute 2014" che l'Istituto per la demoscopia Allensbach ha svolto per conto del fornitore di servizi finanziari MLP. Di conseguenza, il 79% dei cittadini tedeschi generalmente giudica il sistema sanitario "buono" o "molto buono", nonostante chiari timori e scetticismo riguardo agli sviluppi futuri.

Come riportato dall'Allensbach Institute for Demoscopy, le persone in questo paese sono in gran parte soddisfatte dell'assistenza sanitaria esistente. Un sondaggio rappresentativo di 2.088 uomini e donne di età pari o superiore a 16 anni per il "Rapporto sulla salute del 2014" ha mostrato che il 79% degli intervistati ha valutato il sistema sanitario e l'assistenza sanitaria come "buoni" o "molto buoni" (2012: 82%), 18% tuttavia, li ha classificati come "meno buoni" o "non buoni affatto".

Il 69% dei cittadini si aspetta una "medicina di due classi" Nonostante la valutazione generalmente positiva, ci sono state anche chiare critiche e scetticismo da parte della popolazione. Un argomento importante qui: i tempi di attesa. Secondo la MLP AG, oltre la metà degli uomini e delle donne intervistati (54%) ha lamentato lunghi appuntamenti e lunghi soggiorni nella sala d'aspetto (66%), per cui l'insoddisfazione tra gli assicurati nell'ambito dell'assicurazione sanitaria obbligatoria (57%) era significativamente maggiore rispetto a assicurato privatamente (33%). Secondo il fornitore di servizi finanziari, le previsioni non sarebbero altrettanto positive quanto lo status quo percepito: il 74% presumerebbe che i contributi all'assicurazione sanitaria obbligatoria aumenterebbero nei prossimi dieci anni, il 69% dei cittadini otterrebbe anche di più e aspettarsi di più con una "medicina di due classi". A ciò si aggiunge la paura che in futuro le compagnie di assicurazione sanitaria pagherebbero solo per le cure mediche di base (63%), i medici avrebbero meno tempo per i pazienti (61%) e in generale si dovrebbe fare più lavoro personale durante le operazioni e le visite dal medico (61%).

I medici temono restrizioni ancora più forti Ma non solo i cittadini sono preoccupati per il futuro, ma MLP AG è anche chiaramente presente tra i medici dopo paure e preoccupazioni. Il quarto medico (24%) presume che l'assistenza sanitaria "peggiorerà in modo significativo" entro i prossimi dieci anni. Le prognosi qui erano persino più oscure rispetto ai cittadini intervistati: la percentuale di coloro che temevano di non avere più tempo a sufficienza per i pazienti era del 78%, il 75% si aspetta una medicina di due classi.

Preoccupazioni per le difficoltà finanziarie nelle cliniche Tuttavia, la comunità medica ha anche valutato l'attuale sistema e l'assistenza sanitaria con una larga maggioranza (90%) come "buono" o "molto buono". La maggior parte dei medici (58%) attualmente considera positiva anche la situazione finanziaria, tuttavia, secondo il fornitore di servizi finanziari, uno su tre aveva già segnalato difficoltà e uno su dieci intervistati ha addirittura segnalato problemi molto gravi. Non sorprende che il 71 percento dei professionisti del settore medico ritenga che la situazione peggiorerà nei prossimi 10 anni.

I clinici vogliono un migliore "equilibrio lavoro-vita privata" Nell'area "equilibrio lavoro-vita privata", il rapporto sulla salute ha rivelato l'insoddisfazione di molti medici. Secondo l'Allensbach Institute for Demoscopy, i reclami sulla mancanza di compatibilità tra vita privata e lavoro sono molto diffusi, quindi ogni secondo medico ha riportato problemi. La maggior parte dei medici (61%) ritiene che le possibilità di una buona compatibilità per i medici di medicina generale siano migliori, solo uno su cinque assume migliori opportunità per un buon equilibrio tra lavoro e vita privata quando viene impiegato in un ospedale.

Richiesta di maggiore impegno politico Vista la prognosi piuttosto cupa, secondo il rapporto sulla salute, dal punto di vista degli intervistati, la politica è particolarmente richiesta: il 62 percento della popolazione e il 79 percento dei medici chiedono un maggiore impegno nella politica sanitaria, anche se le misure specifiche dell'accordo di coalizione contribuiscono entrambi i gruppi apparentemente hanno incontrato l'approvazione. Come riporta MLP AG, ad esempio, l'86% dei cittadini intervistati e il 90% dei medici ha dichiarato di essere lieto di vedere che i pazienti dovrebbero in linea di principio avere il diritto di chiedere un secondo parere specialistico o medico ospedaliero prima dell'intervento a spese della propria assicurazione sanitaria. Tuttavia, secondo il CEO di MLP, il dott. Uwe Schroeder-Wildberg ha ancora molto da recuperare: “Non da ultimo a causa dell'accordo di coalizione, c'è stato qualche movimento nel dibattito sulla qualità futura dell'assistenza sanitaria. Ma i nostri risultati mostrano che la popolazione e i medici si aspettano molto di più dal governo nel periodo legislativo aperto. ”(Nr)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Spazio Solidale PRESENTA Coronavirus E emergenza affitti (Ottobre 2020).