Notizia

Studio: lo sport giovanile rafforza le ossa


Le ossa si rafforzano attraverso lo sport in gioventù

Coloro che esercitano durante l'infanzia e l'adolescenza ovviamente rafforzano le loro ossa nella vecchiaia. Questa è la conclusione raggiunta dai ricercatori che hanno esaminato i giocatori di baseball in uno studio. L'effetto positivo dura anche se la carriera sportiva è finita da tempo.

Arto di baseball più grande e più forte decenni dopo Le persone che praticano sport nei loro giovani anni ne traggono ovviamente beneficio in età avanzata. Come dimostra uno studio, l'osso del braccio superiore dell'arto negli ex giocatori di baseball è ancora significativamente più grande e più forte di quello del braccio meno utilizzato, anche decenni dopo la fine della loro carriera sportiva. I ricercatori scrivono sulla rivista "Proceedings of National Academy of Sciences degli Stati Uniti d'America", che deve ancora essere valutata se ciò riduce anche il rischio di fratture nella vecchiaia in osteoporosi particolarmente vulnerabili.

Ossa del braccio superiori a confronto Il team guidato da Stuart Warden dell'Università dell'Indiana a Indianapolis ha esaminato un totale di 103 giocatori di baseball professionisti in diversi punti della loro carriera sportiva. Tra questi c'erano giocatori attivi, ex giocatori e quelli che hanno continuato a lanciare palle dopo la fine della carriera professionale. Per l'indagine, gli scienziati hanno misurato l'omero dell'arto e quello dell'altro braccio. Sono stati determinati alcuni fattori come la resistenza ossea, la densità e la massa. I valori misurati sono stati confrontati con quelli dei soggetti che non erano lanciatori.

Il successo è ancora evidente a 50 anni dalla fine della sua carriera e lo sfondo dell'indagine è stato il fatto che le ossa si solidificano sotto stress e diventano più grandi e più forti. Come previsto, questo era evidente anche negli atleti esaminati. L'osso del braccio superiore dei loro rispettivi arti era quasi due volte più forte di quello dell'altro braccio, era anche più grande e aveva anche più massa. Anche 50 anni dopo la fine della sua carriera, circa la metà della dimensione ossea acquisita attraverso lo sport e un terzo della forza dell'arto erano ancora preservate. Tuttavia, il guadagno nella massa ossea non era misurabile.

Beneficio permanente per le ossa È stato anche dimostrato che quei giocatori di baseball che sono rimasti attivi dopo la fine della loro carriera sportiva, come gli allenatori, avevano una perdita leggermente inferiore di massa ossea e un maggiore aumento della forza ossea. I ricercatori affermano: "In definitiva, i dati attuali mostrano che l'attività fisica durante la vita porta benefici per tutta la vita alla dimensione e alla resistenza ossea", anche se la cessazione dell'attività è associata a cambiamenti legati all'età nella massa e nella struttura ossea.

Riduzione del rischio di osteoporosi con l'esercizio fisico Altri esperti raccomandano anche l'esercizio fisico per rafforzare le ossa. Ad esempio, lo scorso anno la Federal Self-Help Association for Osteoporosis (BfO) ha annunciato che il rischio individuale di osteoporosi potrebbe essere significativamente ridotto da un'alimentazione adeguata e da un adeguato esercizio fisico. L'osteoporosi, nota anche come perdita ossea, è una delle malattie ossee più comuni negli anziani, in cui la densità ossea delle persone colpite diminuisce continuamente, il che può provocare fratture anche a bassi carichi. Secondo il BfO, un esercizio moderato rafforza le ossa e il movimento ha anche un effetto positivo sulle articolazioni, i muscoli e il sistema cardiovascolare. (Sb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: La storia di Simone colpisce i giudici. MasterChef Italia 7 (Settembre 2020).