Notizia

Alta pressione sanguigna: la pressione sanguigna aumenta a causa del frequente consumo di patate


Se le persone mangiano molte patate a settimana, aumenta il rischio di ipertensione
Molte persone in Germania amano mangiare le patate. Questi bulbi di solito crescono sottoterra e si moltiplicano vegetativamente. Ma mangiare molte patate potrebbe avere conseguenze negative per la nostra salute. I ricercatori hanno ora scoperto che mangiare molte patate può aiutarci a sviluppare un rischio più elevato di ipertensione.

Le patate aumentano la pressione sanguigna e possono persino portare a ipertensione? Gli scienziati del Brigham and Womens Hospital stavano ora cercando di scoprire nel loro studio quali effetti ha il consumo di patate sulla nostra pressione sanguigna. Gli esperti hanno pubblicato i loro risultati sul British Medical Journal (BMJ).

Il rischio di ipertensione è aumentato dell'11%
Le patate fanno parte della dieta di molte persone da molto tempo. I tuberi sono economici e gustosi. Ma anche le patate sono sane o danneggiano la nostra salute? Gli scienziati stavano ora cercando di rispondere a questa domanda e hanno scoperto che le persone che consumavano patate almeno quattro volte a settimana avevano l'11% in più di probabilità di sviluppare ipertensione. Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che la sostituzione di una porzione giornaliera di patate (sia cotte, fritte o schiacciate) con una porzione di verdure ha ridotto il rischio di ipertensione di circa il sette percento.

Lo studio ha esaminato i dati provenienti da 187.000 soggetti
Le patate sono un paradosso perché, da un lato, contengono un alto livello di calcio, che come minerale porta alla bassa pressione sanguigna e, dall'altro lato, hanno un alto indice glicemico, che provoca un rapido aumento della nostra pressione sanguigna quando consumato, hanno spiegato gli autori dello studio. Finora, tuttavia, non sono stati condotti studi sugli effetti del consumo a lungo termine di patate sulla nostra salute. I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre venti anni per il loro studio. Durante questo periodo, sono stati esaminati oltre 187.000 uomini e donne. Nessuno dei partecipanti aveva una pressione sanguigna elevata all'inizio dello studio, spiega l'autore principale Dr. Lea Borgi del Brigham and Womens Hospital di Boston. I soggetti dovevano usare questionari ogni quattro anni per descrivere la frequenza con cui consumavano determinati alimenti. Le patate sono state classificate in tre diverse categorie: patatine fritte, patatine e patate normali che sono state cotte, cotte al forno o passate, aggiunge il dott. Aggiunse Borgi.

Lo studio non ha rilevato un aumento del rischio di ipertensione da patatine fritte
Mangiare grandi quantità di patate, cotte, al forno, purè o come patatine fritte, potrebbe essere associato ad un aumentato rischio di sviluppare ipertensione, affermano gli esperti. Questo valeva sia per le donne che per gli uomini. È interessante notare che i medici non sono riusciti a stabilire una connessione tra il consumo di patatine e il rischio di ipertensione. Tuttavia, una limitazione dello studio era che tutti i partecipanti dovevano registrare e registrare la propria pressione sanguigna e il consumo di patate. Ad esempio, i soggetti del test sono riusciti a dimenticare ciò che avevano mangiato o non hanno documentato il cibo in modo sufficientemente preciso, spiegano gli esperti. In linea di principio, tuttavia, i risultati sono una chiara prova della connessione tra consumo di patate e pressione sanguigna. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Ipertensione: la corretta gestione e prevenzione (Agosto 2020).