Notizia

L'80% delle persone nelle città soffre di un pericoloso inquinamento da polveri sottili


L'inquinamento atmosferico continua ad aumentare e a proporzioni minacciose
Oltre l'80% della popolazione mondiale vive in città il cui inquinamento atmosferico ha raggiunto un livello pericoloso. I ricercatori dell'OMS hanno scoperto che circa tre milioni di persone muoiono prematuramente ogni anno a causa del forte inquinamento dell'aria.

Sempre più persone in tutto il mondo vivono in città in rapida crescita. Non sorprende che l'inquinamento atmosferico continui ad aumentare in tali aree. I ricercatori dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) hanno ora scoperto che milioni di persone muoiono ogni anno a causa degli effetti dell'aria inquinata. L'inquinamento atmosferico è particolarmente forte nei paesi a medio e basso reddito. Gli scienziati hanno pubblicato i risultati del loro studio in un comunicato stampa.

Nei paesi più poveri, il 90% degli abitanti delle città soffre di inquinamento atmosferico
L'inquinamento colpisce tutti noi. È lo stesso con l'inquinamento atmosferico. Le persone nelle città devono spesso convivere con gli effetti negativi dell'aria inquinata. L'inquinamento atmosferico è particolarmente grave nei paesi più poveri. C'è un forte divario tra ricchi e poveri, affermano i ricercatori dell'OMS. Nei paesi ad alto reddito, solo il 56% delle persone nelle città sono colpite dall'inquinamento atmosferico. Al contrario, nei paesi a basso e medio reddito, ben il 98% degli abitanti delle città soffre degli effetti dell'aria inquinata, aggiungono gli esperti. Il livello medio di inquinamento atmosferico in tutto il mondo è aumentato di circa l'8% tra il 2008 e il 2013. Nella maggior parte dei paesi ricchi, tuttavia, le condizioni dell'aria sono leggermente migliorate nello stesso periodo, spiegano i ricercatori.

Cosa significano PM10 e PM2.5?
I livelli più alti di inquinamento da particolato sono stati riscontrati nel Mediterraneo orientale e nel sud-est asiatico. Lì, gli scienziati spesso affermano che i valori superano i limiti di sicurezza da più di cinque a dieci volte. Generalmente, la polvere fine è divisa in due gruppi. PM10 è polvere fine inalabile e PM2.5 indica le cosiddette particelle di polvere fine respirabili. Il numero si riferisce sempre al diametro aerodinamico. Ad esempio, PM10 significa che le particelle hanno un diametro inferiore a dieci micrometri.

Zabol in Iran ha il più alto livello di particolato (PM10) al mondo
L'OMS ha avvertito che l'inquinamento atmosferico nel Regno Unito è già devastante per la salute umana. Le città di altri paesi europei, come Parigi, hanno introdotto un giorno una volta al mese che le auto non sono tollerate in città per ridurre il particolato, affermano gli esperti. La città con i più alti valori misurati di particolato al mondo è Zabol in Iran. Seguiti da Gwalior e Allahabad in India, e da Riyadh e Al-Jubail in Arabia Saudita, aggiungono i medici. Tuttavia, i problemi di Zabol sono in gran parte un fenomeno naturale. Ogni estate, le cosiddette tempeste di polvere infuriano lì, che sono anche chiamate venti di 120 giorni, spiegano gli autori dell'OMS. Secondo l'OMS, la media annuale dell'inquinamento da particolato in città era circa 21 volte superiore al livello raccomandato. L'inquinamento da piccole particelle respiratorie nell'aria era addirittura 26 volte superiore al normale, aggiungono gli esperti.

Onitsha in Nigeria ha la più alta concentrazione di PM2.5 nel mondo
La città con i più alti valori di piccole particelle respirabili era Onitsha in Nigeria. La città è conosciuta per i suoi ingorghi, l'industria e le discariche non regolamentate, affermano gli autori. Lì il picco di esposizione alle cosiddette particelle respirabili era 30 volte superiore al livello raccomandato. Anche Peshawar in Pakistan era in cima alla lista, seguito da Zabol in Iran, Rawalpindi in Pakistan e Kaduna in Nigeria, spiegano gli esperti. Ma l'inquinamento atmosferico è anche un grave problema nei paesi più ricchi del mondo. A Parigi, la quantità media di piccole particelle era di circa il 40 percento superiore ai valori raccomandati. La quantità di particelle fini era addirittura dell'80% superiore, aggiungono gli scienziati dell'OMS. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: 12 Marzo martedì, le polveri sottili (Agosto 2020).