Notizia

Tutto chiaro? L'uso di telefoni cellulari non porta a tumori cerebrali


Uno studio a lungo termine di oltre 30 anni non ha riscontrato effetti cancerogeni sui telefoni cellulari
È stato a lungo ipotizzato se i telefoni cellulari possano causare il cancro. I ricercatori hanno ora scoperto che l'uso a lungo termine dei telefoni cellulari non aumenta la probabilità di tumori cerebrali.

Gli scienziati dell'Università di Sydney hanno scoperto in uno studio completo della durata di 30 anni che non vi è alcun rischio aumentato di sviluppare tumori cerebrali se le persone usano i telefoni cellulari per molto tempo. I medici hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista "Epidemiologia del cancro".

Lo studio ha considerato il cancro e i dati di utilizzo del telefono cellulare
I ricercatori hanno esaminato l'insorgenza di tumori cerebrali nella popolazione in Australia. Lo studio è iniziato nel 1982 e si è concluso nel 2013. Il team medico ha riscontrato che non esistono prove statistiche che le persone utilizzino un telefono cellulare per aumentare la probabilità di cancro. Nel corso dei 30 anni, i risultati hanno mostrato solo un leggero aumento del cancro al cervello negli uomini, mentre il tasso nelle donne era stabile, affermano gli esperti. Il team è stato in grado di esaminare i dati di 19.858 uomini e 14.222 donne con diagnosi di cancro al cervello durante il periodo di studio. Inoltre, sono stati presi in considerazione i dati sull'utilizzo del telefono cellulare dal 1987 al 2012, hanno spiegato i medici.

Circa il 90 percento della popolazione oggi utilizza un telefono cellulare
La percentuale della popolazione che utilizza i telefoni cellulari è aumentata notevolmente negli ultimi 20 anni. Nel 1993, circa il 9 percento utilizzava ancora un telefono cellulare e oggi è circa il 90 percento, affermano gli scienziati. In effetti, lo studio ha scoperto che lo studio ha mostrato un aumento significativo dell'incidenza del cancro al cervello, iniziato nel 1982, cinque anni prima dell'introduzione dei telefoni cellulari. L'aumento è semplicemente dovuto a un miglioramento delle diagnosi, spiega l'autore principale, il professor Simon Chapman dell'Università di Sydney. L'Australia è stata un'area eccellente per lo studio perché tutti i casi di cancro devono essere registrati per legge, ha aggiunto il professore. Ricerche precedenti di Stati Uniti, Inghilterra, Nuova Zelanda e altri Paesi supportano i risultati attuali.

Ulteriori studi sull'argomento sono condotti a livello internazionale
Nel 2008, alcuni scienziati dell'Imperial College di Londra hanno anche avviato uno studio di 10 anni per scoprire se i telefoni cellulari causano il cancro. Il sondaggio ha coinvolto 200.000 partecipanti, di cui 90.000 britannici. Anche i ricercatori in Danimarca e Svezia stanno conducendo studi simili. I risultati dello studio australiano non rendono superflui questi studi, ma ci sono prove crescenti che l'uso a lungo termine dei telefoni cellulari non sembra essere cancerogeno, spiegano gli autori.

Probabilità molto bassa di una connessione
La stabilità osservata dell'incidenza del cancro al cervello in Australia tra il 1982 e il 2012 suggerisce che la probabilità di una tale malattia non è correlata all'uso del telefono cellulare, spiegano gli esperti. Inoltre, è molto improbabile che l'aumento osservato del cancro al cervello nelle persone di età superiore ai 70 anni abbia qualcosa a che fare con l'uso dei telefoni cellulari, afferma il professor Chapman. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: euronews science - Telefonini e cancro al cervello: quale rapporto? (Ottobre 2020).