Notizia

Lo studio ha dimostrato un uso massiccio di antibiotici


Per la prima volta, lo studio fornisce dati precisi sulla prescrizione non necessaria di antibiotici
Nella società odierna, gli antibiotici sono usati molto spesso per trattare un'ampia varietà di malattie. Gli scienziati hanno ora scoperto che un terzo degli antibiotici prescritti non è realmente necessario. La maggior parte degli studi medici e dei pronto soccorso sono troppo leggeri con il farmaco, secondo i ricercatori. Ciò aumenta il rischio di ceppi batterici resistenti agli antibiotici.

In tutto il mondo, pazienti, medici e professionisti medici hanno paura dei batteri resistenti agli antibiotici. La probabilità di tali ceppi di agenti patogeni resistenti continua ad aumentare perché le persone generalmente usano antibiotici troppo spesso. I ricercatori dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e del Pew Charitable Trust hanno scoperto in un recente studio che circa un terzo di tutti gli antibiotici prescritti non sono richiesti negli Stati Uniti. I medici hanno pubblicato i risultati delle loro indagini sulla rivista "JAMA".

Circa 47 milioni di prescrizioni di antibiotici non necessarie ogni anno nei soli Stati Uniti
Oggigiorno medici e professionisti medici prescrivono troppo spesso antibiotici. Solo negli Stati Uniti, ogni anno vengono emessi circa 47 milioni di prescrizioni non necessarie per il farmaco, spiegano gli autori. Principalmente per malattie come raffreddore, mal di gola, bronchite, influenza e malattie infettive generali.

I funzionari sanitari hanno avvertito per anni che l'uso eccessivo di antibiotici porta allo sviluppo di batteri resistenti ai farmaci. Ma non ci sono stati dati esatti sulla frequenza dell'uso non necessario di antibiotici, dicono i medici. Il nuovo studio è così importante perché per la prima volta fornisce dati concreti, spiega il dott. David Hyun del Pew Charitable Trust. Lo studio ha analizzato i dati di due importanti sondaggi CDC dal 2010 al 2011, in cui è stata registrata la maggior parte delle prescrizioni di antibiotici.

I risultati più importanti a colpo d'occhio
Oltre il tredici percento di tutte le visite ambulatoriali negli Stati Uniti (154 milioni di visite all'anno) portano a prescrizioni di antibiotici, affermano gli esperti. Circa il 44 percento di tutte le prescrizioni riguarda malattie respiratorie, otite media, mal di gola, bronchite, asma, allergie, influenza e polmonite. Circa la metà di queste prescrizioni sono superflue, poiché le malattie sono virali, spiegano gli esperti. Sfortunatamente, i medici prescrivono spesso anche antibiotici perché sono messi sotto pressione dai pazienti o dai genitori dei pazienti, spiega l'autore principale Katherine Fleming-Dutra dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Molti professionisti medici sono preoccupati per la crescente domanda di antibiotici.

Tuttavia, la maggior parte dei pazienti si affida ai medici e si fida di loro per fare una diagnosi corretta. Fleming-Dutra aggiunge che una migliore comunicazione con i medici e i medici sui pericoli della "prescrizione" di antibiotici è importante al fine di utilizzare il farmaco in modo più responsabile in futuro.

I super patogeni stanno diventando una minaccia crescente per gli ospedali e le case di cura
L'uso eccessivo di antibiotici ha portato all'allarmante aumento dei batteri resistenti ai farmaci, i cosiddetti super patogeni. Il CDC ha avvertito che tali batteri da incubo stanno diventando sempre più resistenti ai più potenti tipi di antibiotici. Stanno diventando una minaccia crescente per gli ospedali e le case di cura, affermano gli esperti. Solo negli Stati Uniti, circa due milioni di malattie e 23.000 decessi sono dovuti a batteri resistenti agli antibiotici, aggiungono gli autori. Gli Stati Uniti prevedono di dimezzare l'uso inappropriato di antibiotici entro il 2020. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Infezioni batteriche e contrasto allantibiotico resistenza (Agosto 2020).