Notizia

Salute dell'allattamento al seno: Superfood Il latte materno è molto più di un semplice alimento


Per il bambino, l'allattamento non è solo nutrizione
L'allattamento al seno è considerato la migliore alimentazione per un bambino, perché il latte materno contiene una composizione ottimale di tutti i nutrienti di cui il bambino ha bisogno nei primi mesi di vita. Solo 200 diverse molecole di zucchero rendono il latte materno umano il più complesso di tutti i mammiferi. Questo è esattamente il motivo per cui la ricerca si trova sempre di fronte a una grande sfida quando si tratta della questione dei diversi effetti del latte per madre e figlio. Tuttavia, è chiaro che la secrezione bianco-giallastra delle ghiandole mammarie ha molte più funzioni rispetto alla semplice alimentazione del bambino. Questo è ciò che i ricercatori svizzeri stanno attualmente segnalando sulla rivista "Trends in Biochemical Sciences".

Composizione ideale di nutrienti
Ostetriche e pediatri raccomandano sempre alle neomamme di allattare al seno i loro neonati. Non senza motivo, perché il latte materno è considerato dagli esperti l'alimento ideale per un bambino perché contiene tutti i nutrienti elementari come Contiene proteine, calcio, ferro e acidi grassi. Ma il compito del latte non è solo la pura alimentazione del bambino. Piuttosto, è un vero talento a tutto tondo, ad esempio riducendo la mortalità infantile e proteggendo dalle malattie infettive, scrivono Thierry Hennet e Lubor Borsig dell'Università di Zurigo nel loro articolo di recensione.

Mungitura verso il quarto giorno dopo la nascita
Il seno inizia a formare il latte già nella seconda metà della gravidanza, che viene definito "pre-latte" o "colostro" e teoricamente viene usato per prendersi cura dei bambini nati prematuri immediatamente dopo la nascita. Questo latte è più sottile del latte materno stesso, ma contiene una maggiore concentrazione di proteine, vitamina A e carboidrati. Ciò fornisce al bambino un'alimentazione e una forza sufficienti dopo la nascita, anche se la madre produce solo poche gocce. A partire dal terzo o quarto giorno dopo la nascita, ha luogo la cosiddetta "iniezione di latte". Questo può essere un po 'doloroso, specialmente se la produzione di latte inizia molto bruscamente. D'ora in poi, ogni seno produrrà una media di 450 grammi di latte al giorno per le prime settimane. A seconda dell'intensità dell'allattamento al seno, possono ancora essere 200 grammi al giorno dopo 15 mesi, secondo i ricercatori nel loro articolo.

I batteri intestinali hanno un impatto sul rischio di obesità
Poco dopo la nascita, il latte non è solo responsabile dell'alimentazione del bambino, ma supporta anche lo sviluppo di una flora intestinale sana. Perché le numerose molecole di zucchero apparentemente colonizzano con batteri batteri dell'intestino precedentemente sterile del bambino. "I bambini non hanno macchinari per digerire questi zuccheri, quindi sono in realtà per i batteri - è come un terreno di semi e il latte materno è il fertilizzante", ha detto Hennet all'agenzia di stampa APA. Nel tempo, la composizione delle molecole di zucchero e quindi anche il numero totale di batteri nell'intestino (microbioma) cambiano, il che influisce non solo sulla salute intestinale stessa, ma anche sull'intero metabolismo del bambino. Ad esempio, gli esperti ritengono che i batteri intestinali potrebbero essere strettamente correlati al sovrappeso (obesità).

Studi recenti mostrano anche che l'allattamento al seno è positivo per lo sviluppo del sistema immunitario del bambino. Perché immediatamente dopo la nascita, secondo Hennet e Borsig, ci sarebbe un numero particolarmente elevato di proteine ​​bioattive come anticorpi, citochine, defensine o lattoferrina nel latte materno. Questi agiscono come una sorta di scudo protettivo, perché proteggono il bambino dagli agenti patogeni fino a quando non assume la difesa stessa dopo circa un mese. Da allora in poi, il numero di anticorpi materni nel latte è diminuito in modo significativo, così come la diversità delle molecole di zucchero. La percentuale di grasso, d'altro canto, aumenta, il che favorisce la crescita del bambino, continuano gli scienziati.

I critici non vedono alcun beneficio dal latte materno
Il tema dell '"allattamento al seno" porta sempre a discussioni controverse. Nonostante i molti effetti positivi, i critici non vedono alcun valore aggiunto dal latte materno e sottolineano che i bambini si svilupperebbero completamente normalmente anche senza di essa. Inoltre, viene più volte menzionato che inquinanti come metalli pesanti o pesticidi entrano nel latte e potrebbero essere potenzialmente pericolosi per la salute dei bambini. Ad esempio, di recente Vari resoconti dei media sulla scoperta del glifosato nel latte materno hanno causato notevoli incertezze. Il Federal Institute for Risk Assessment (BfR), tuttavia, ha dato il via libera poiché uno studio attuale ha scoperto che non è stato possibile rilevare il glifosato.

"Dovremmo stare attenti a formulare raccomandazioni", ha detto Hennet. “Da un lato, il latte materno è il prodotto di milioni di anni di evoluzione e sicuramente ha i nutrienti ottimali per un neonato; ma la domanda è: per quanto tempo un neonato ha davvero bisogno di queste cure? Riteniamo che le famiglie debbano prendere questa decisione, non gli scienziati ", ha affermato Hennet. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: LA NASCITA DI UN BIMBO, PARTO IN DIRETTA (Agosto 2020).