Notizia

Mal di cuore: la perdita del partner può causare gravi problemi cardiaci


La probabilità di fibrillazione atriale aumenta se il partner è deceduto di recente
Quando le persone perdono il partner, spesso sentono che i loro cuori si spezzano. I ricercatori hanno ora scoperto che quando abbiamo a che fare con la morte del nostro partner, il nostro cuore in realtà perde l'equilibrio. Un tale lutto può far sì che il lutto inizi a battere in modo irregolare.

Le persone che hanno perso il partner possono avere problemi cardiaci. Gli scienziati dell'Università di Aarhus hanno ora scoperto che i sopravvissuti hanno maggiori probabilità di sviluppare un battito cardiaco irregolare. Gli esperti medici danesi hanno pubblicato i loro studi sulla rivista specializzata "Open Heart".

La morte improvvisa del partner aumenta la probabilità di problemi cardiaci di circa il 41 percento
Se le persone hanno recentemente perso il loro partner, la probabilità di sviluppare un battito cardiaco irregolare aumenta di circa il 41 percento. Più si è verificata la morte inaspettata del partner, maggiore è il rischio sembra essere, dicono gli esperti. La probabilità di sviluppare aritmie aumenta anche se il partner muore improvvisamente rispetto a quelli che hanno perso il partner dopo una lunga malattia. La perdita di un partner colpisce più duramente le persone di età inferiore ai 60 anni, spiegano gli esperti. Un cuore emotivamente spezzato richiede tempo per guarire. La maggior parte dei sopravvissuti sviluppa un battito cardiaco irregolare nei primi otto o quattordici giorni dopo la morte del partner. Nel tempo, tuttavia, la condizione inizia a normalizzarsi. Un anno dopo la morte del partner, la probabilità di un battito cardiaco irregolare è tornata alla normalità, aggiungono i medici.

I ricercatori analizzano quasi 90.000 casi di fibrillazione atriale
Lo stress è stato a lungo associato con le aritmie nel cuore. Quando le persone hanno recentemente perso il loro partner, sperimentano un terribile stress psicologico, afferma Simon Graff dell'Università di Aarhus in Danimarca. Per determinare se esistesse una connessione tra la fibrillazione atriale e la recente perdita di un partner, gli autori hanno esaminato i dati delle cartelle cliniche di uno studio danese. Ciò è iniziato nel 1995 e si è concluso nel 2014. Sono stati identificati 88.612 casi di fibrillazione atriale. Tra i soggetti colpiti, 17.478 avevano perso il loro partner nell'ultimo anno, dicono gli scienziati.

I malati lamentano spesso palpitazioni, respiro corto e dolore toracico
La fibrillazione atriale è il tipo più comune di aritmia nel mondo occidentale. Se il sistema elettrico del cuore funziona male, in modo che le due camere superiori del cuore si contraggano molto rapidamente e in modo irregolare, si parla di fibrillazione atriale, spiegano i ricercatori. Le persone colpite spesso lamentano un battito cardiaco accelerato, mancanza di respiro e dolore toracico. Aumenta anche la probabilità di ictus, insufficienza cardiaca e morte, spiega Graff. Nella loro indagine, i medici sono stati in grado di scoprire che sia le persone che vivono con i loro partner sia le persone che vivono separatamente sviluppano un numero crescente di fibrillazione atriale dopo la morte del partner. La probabilità è all'incirca la stessa per entrambi i gruppi, aggiungono i medici.

Lo stress e l'adrenalina potrebbero scatenare il problema
I meccanismi fisiologici responsabili della connessione tra fibrillazione atriale e perdita di un compagno di vita sono rimasti finora sconosciuti, ma i ricercatori hanno alcune ipotesi. La morte di un partner potrebbe influenzare i processi ormonali che cambiano il battito cardiaco, ipotizzano gli scienziati. Ad esempio, l'adrenalina potrebbe interrompere il ritmo cardiaco a lungo termine e in quantità eccessive. Lo stress psicologico acuto potrebbe portare a uno squilibrio nella parte del sistema nervoso centrale che controlla sia la frequenza cardiaca sia i percorsi elettrici che attraversano il cuore, dice Graff. Sono ora necessarie ulteriori ricerche per determinare in che modo lo stress emotivo influisce sulla salute del nostro cuore. Una diagnosi tempestiva basata su una possibile connessione tra la perdita del partner e la fibrillazione atriale potrebbe aiutare a evitare conseguenze negative per le persone colpite, aggiunge Graff. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Gender. Tutta la verità. (Ottobre 2020).