Notizia

Anche con la BPCO è meglio non fare a meno dello sport


Astenersi dall'esercizio fisico e l'esercizio fisico accelera il decorso della malattia nella BPCO
Con malattie polmonari ostruttive croniche (BPCO; noto anche come tosse del fumatore), le persone colpite tendono ad astenersi dal muoversi a causa delle loro difficoltà respiratorie, ma ciò può avere un effetto negativo sul decorso della malattia. Perché lo sport e l'esercizio fisico hanno un'influenza significativa sullo sviluppo della BPCO, secondo il risultato di uno studio presentato all'inizio di marzo al congresso della Società tedesca di pneumologia e medicina respiratoria (DGP).

Secondo gli esperti, i pazienti con BPCO dovrebbero fare abbastanza attività fisica nonostante le difficoltà respiratorie. Perché lo studio presentato dal Dr. Benjamin Waschki del LungenClinic Grosshansdorf vicino ad Amburgo mostra che l'esercizio fisico regolare e lo sport possono avere un effetto benefico sul decorso della malattia, secondo il DGP. D'altra parte, chiunque si protegga fisicamente corre il rischio di accelerare notevolmente il decorso della malattia. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista specializzata "American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine". Al Congresso DGP, il Dr. Benjamin Waschki ha ricevuto il premio per la ricerca clinica per il suo lavoro.

Se ci sono segni di BPCO, consultare immediatamente un medico
Secondo il DGP, in Germania tra tre e cinque milioni di persone soffrono di BPCO. "Circa il 90 percento di loro sono o erano fumatori", ha affermato l'associazione. La BPCO viene spesso minimizzata come un polmone fumante, spiega il docente privato Henrik Watz, capo dell'Istituto di ricerca pneumatica presso LungenClinic Grosshansdorf, nel comunicato stampa della DGP. "Se hai sintomi come una tosse di lunga durata con muco viscoso e difficoltà respiratorie, dovresti contattare immediatamente il medico", avverte l'esperto. Perché questi sintomi potrebbero essere segni di un'infiammazione cronica del tratto respiratorio e di una rottura iniziale degli alveoli (il cosiddetto enfisema polmonare). A causa della conseguente eccessiva inflazione dei polmoni, l'organo respiratorio polmonare perde sempre più la sua funzione.

La protezione accelera la rottura dei muscoli
A causa della ridotta funzionalità polmonare, le persone con BPCO soffrono di respiro affannoso crescente, che inizialmente mostra solo quando sono sotto stress, ma in seguito si verifica anche a riposo. Secondo il dott. Watz "pertanto la maggior parte dei pazienti tende ad essere fisicamente gentile." Ciò potrebbe accelerare notevolmente il decorso della malattia. Perché meno pazienti con BPCO sono fisicamente attivi nella vita di tutti i giorni, più velocemente i muscoli vengono scomposti, il che a sua volta riduce drasticamente la resistenza fisica. Attraverso lo studio a lungo termine del Dr. Waski su 200 pazienti con BPCO, questo effetto è confermato. Per lo studio, i ricercatori hanno fornito a tutti i soggetti un braccialetto per una settimana che registrava la loro attività fisica nella vita quotidiana a casa. Una nuova misura è stata presa dopo due o tre anni. È stato dimostrato che le prestazioni del paziente con meno esercizio fisico sono diminuite in modo significativamente più rapido, hanno riferito i ricercatori.

Sono sufficienti 15-30 minuti di esercizio al giorno
La European Respiratory Society aveva già pubblicato una dichiarazione due anni fa, in cui si chiedeva di evitare una cattiva postura nei pazienti con BPCO. "I pazienti sono spesso più produttivi di quanto credano", sottolinea Henrik Watz. Inoltre, diversi studi a lungo termine hanno dimostrato che anche piccole quantità di attività fisica possono ridurre il tasso di mortalità dei pazienti con malattie croniche. A suo avviso, un programma di allenamento moderato dovrebbe far parte del trattamento immediato. I pazienti devono iniziare a ricollocare più peso il più presto possibile, e questo è meglio farlo nella fase iniziale della BPCO, richiede Watz. Secondo lui, “camminare o nordic walking 15-30 minuti più velocemente al giorno può essere sufficiente per avere un impatto positivo sul decorso della malattia del paziente. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Bpco e vita attiva: i consigli dello pneumologo (Agosto 2020).