Notizia

Non ci saranno grandi ondate di freddo nel 2016


Il tecnico Krankenkasse dà il via libera per l'ondata di freddo 2016
L'orario invernale è un periodo per i raffreddori, ma nonostante l'insorgenza del raffreddore, "la grande tosse nel 2016" non si verifica, secondo le ultime informazioni del Techniker Krankenkasse (TK). All'inizio dell'anno, secondo il TK, si nascondeva "la tradizionale ondata di freddo con tosse, naso che cola, raucedine".

Il Techniker Krankenkasse (TK) dà il via libera per il 2016, perché l'esperienza degli anni precedenti mostrerebbe che la grande tosse di solito non si verifica negli anni "pari". Mentre i dati TK hanno mostrato che negli anni "dispari" 2009, 2011 e 2013, un numero relativamente elevato di giorni di malattia era attribuibile a malattie respiratorie (2,1 per capo, 2 per capo e 2,4 per capo), l'assenteismo dovuto a malattie respiratorie negli anni seguenti si è rivelato significativamente inferiore in ciascun caso. Ci sono stati 1,8 giorni di malattia a persona nel 2010, 1,9 nel 2012 e due a persona nel 2014. Perché gli anni pari portano meno sintomi di un raffreddore resta da vedere.

Malattie respiratorie meno comuni negli anni "pari"
Nel primo trimestre dell'anno in particolare, i raffreddori e simili sono in alta stagione, il che, secondo TK, porta a colli di bottiglia in molte aziende ogni due anni. Perché negli anni "dispari", oltre l'1,2% della forza lavoro era assente a causa di reclami respiratori, secondo i calcoli della compagnia di assicurazione sanitaria basati sul congedo per malattia del proprio assicurato. Il colpo peggiore fu l'assicurato che lavorava alla TK il 21 febbraio 2013, quando il due percento non era in grado di lavorare a causa dei sintomi del raffreddore. "Estrapolati a livello federale, oltre mezzo milione di persone con naso che colava e febbre erano a letto", riferisce il tecnico Krankenkasse. Nell'anno di osservazione 2013, è stato registrato il più alto livello di malattia correlata alla malattia nell'attuale secolo.

“Per il 2016 prevediamo numeri simili a quelli degli anni pari che in ogni caso appena Dallo 0,7 allo 0,9 per cento dei dipendenti e dei destinatari di ALG-I erano fuori combattimento a causa di un raffreddore ", spiega Gudrun Ahlers, esperto di salute presso TK. Inoltre, l'inverno relativamente caldo finora dà motivo di sperare "che quest'anno possiamo cavarcela alla leggera e ci aspetta un tempo di fiuto più mite". Tuttavia, i fazzoletti che salveremo nel 2016 possono essere salvati per l'imminente ondata di freddo nel 2017. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Telmo Pievani - Evoluti e abbandonati? (Agosto 2020).