Notizia

Pericoli per i cani: cimurro rilevato in cinque volpi


Nuovi casi di cimurro: per la prima volta dal 2009, la pericolosa malattia infettiva è stata rilevata in diverse volpi nel ducato di Lauenburg (Schleswig-Holstein). Per non correre rischi, i proprietari di cani dovrebbero ora vaccinare i loro animali su consiglio del Ministero dell'Agricoltura di Kiel. Ciò vale in particolare per i cani da caccia.

In linea di principio, c'è pericolo ovunque nel paese
Dopo più di sei anni, il Ministero dell'Agricoltura di Kiel ha rilevato la malattia infettiva "cimurro" nelle volpi. Il ministero ha riferito che le infezioni erano state diagnosticate in cinque volpi dalla parte meridionale del paese dalla fine di novembre 2015. Questi erano animali che erano già stati trovati morti o avevano problemi comportamentali, diceva il messaggio.

“Gli animali sono stati trovati a Lauenburg. Ma il cimurro è praticamente in tutte le parti del paese ", ha detto il portavoce del ministero Sönke Wendland all'agenzia di stampa" dpa ". "Raccomandiamo anche che i proprietari di cani nel distretto di Segeberg vengano vaccinati per i loro animali", continua Wendland.

Più casi di cani infetti dall'estero
Secondo il Ministero dell'Agricoltura, la protezione completa dei cani è garantita "se i cuccioli e i giovani animali in età vaccinabile ricevono l'immunizzazione di base e vengono regolarmente vaccinati". Il virus, d'altro canto, non rappresenta alcun pericolo per le persone: i casi che sono emersi sono le prime malattie da cimurro diagnosticate nelle volpi dal 2009. Recentemente, la pericolosa malattia è stata trovata in una faina tre anni fa. In generale, negli ultimi anni c'è stato un aumento delle infezioni da cimurro in altre regioni, con gli animali selvatici come riserva di virus, la fatica da vaccinazione dei proprietari di cani e l'acquisto di cani infetti dall'estero sono fattori importanti.

Le volpi sono il più importante "serbatoio di virus" per il cimurro, il che significa che alcuni animali sono infetti ma non si ammalano. Questo mette anche in pericolo i cani, perché le volpi sono sempre più comuni vicino agli insediamenti umani a causa della ricca offerta di cibo e del loro rapido apprendimento e adattabilità. Di conseguenza, i cani possono essere infettati attraverso le volpi nelle loro vicinanze, ma anche mentre camminano nella foresta. Ciò vale in particolare per i cani da caccia, che in ogni caso dovrebbero essere vaccinati su consiglio del ministero.

I sintomi della malattia sono complessi
Il cimurro è una malattia altamente contagiosa causata dal "virus del cimurro canino" (virus del cimurro canino, in breve: CDV), che si verifica tra l'altro in cani, volpi, procioni, martore e tassi. Sebbene il virus sia strettamente correlato al virus del morbillo nell'uomo, non rappresenta alcun pericolo per loro. Il CDV ad es. da saliva o secrezioni nasali, nonché feci e urina negli animali infetti.

I sintomi sono complessi e, oltre ai sintomi tipici della polmonite come tosse o difficoltà respiratoria, ad es. comprendono anche diarrea e vomito. Sono tipici anche sonnolenza, aggressività, alterazioni cutanee (es. Eruzione cutanea, cornificazione eccessiva) e sintomi di deficit del nervo centrale come perdita di paura, convulsioni e disturbi del movimento. I sintomi possono manifestarsi simultaneamente o uno dopo l'altro, a seconda del decorso e della gravità della malattia, tra il 30 e l'80 percento degli animali infetti muore. Chiunque trovi una volpe malata o morta dovrebbe informare il ministero secondo il proprietario dell'area o il cacciatore locale. Inoltre, occorre prestare attenzione per garantire che animali selvatici vivi e morti non vengano toccati. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Cosa fare se il cane tira al guinzaglio (Agosto 2020).