Notizia

Esaurimento permanente: sindrome da affaticamento: quando l'affaticamento cronico è patologico


Sindrome da affaticamento: come gestire l'affaticamento cronico
I pazienti che soffrono di sindrome da affaticamento cronico sono di solito costantemente esausti, hanno difficoltà a concentrarsi e hanno dolori muscolari. Spesso riescono a malapena a far fronte alla loro vita quotidiana. Ma ci sono modi per gestire meglio l'esaurimento cronico. I farmaci possono aiutare. Le persone colpite dovrebbero anche imparare a gestire le proprie riserve di energia più delicatamente.

I pazienti difficilmente possono far fronte alla loro vita quotidiana
La sindrome da affaticamento cronico, chiamata anche sindrome da affaticamento cronico (CFS), è caratterizzata da esaurimento mentale e fisico persistente, ma accompagna anche sintomi come affaticamento, mal di testa, dolori articolari, muscolari e del corpo, disturbi del sonno, della concentrazione e della memoria. Di norma, i sintomi del paziente aumentano quando sono sotto stress. Spesso, le persone colpite difficilmente possono far fronte alla loro vita quotidiana. Questo è stato anche difficile per Edelgard Klasing. Come riporta l'agenzia di stampa dpa, la donna di Dortmund non ha potuto sedersi su una sedia, tenere un cucchiaio o alzare le braccia. Era costantemente esausta, aveva un forte dolore alle braccia e alle gambe e ogni piccolo movimento era un dolore.

"Mio marito ha dovuto darmi da mangiare e sono strisciato in bagno perché non avevo la forza di camminare." Il 35enne è stato costretto a letto per oltre sei mesi. La diagnosi era la febbre ghiandolare di Pfeiffer, ma il lungo periodo di malattia non parlava. Sebbene le persone che vengono infettate dal virus Epstein-Barr che causa la febbre ghiandolare soffrano anche di affaticamento cronico e altri sintomi simili, i pazienti vengono recuperati da questa malattia virale al più tardi entro tre mesi. Tuttavia, non vi è stato alcun miglioramento a Edelgard Klasing. "Non avevo più alcuna speranza per il futuro." Ciò è cambiato quando un medico le ha diagnosticato una sindrome da affaticamento cronico.

Circa 300.000 tedeschi soffrono di sindrome da stanchezza cronica
Secondo il Ministero federale della sanità, circa 300.000 persone in Germania ne sono colpite. Tuttavia, la diagnosi di "sindrome da affaticamento" spesso non viene fatta così rapidamente. È difficile dimostrare perché i pazienti si sentano così stanchi e maltrattati. Di conseguenza, alcuni medici hanno a lungo considerato la CFS come una malattia immaginaria. La sindrome è stata ora riconosciuta, ma la diagnosi non è ancora diventata più semplice. "Affinché la CFS possa essere considerata come una diagnosi, il livello di prestazione di una persona deve essere limitato di oltre il 50% e la riduzione delle prestazioni deve essere durata almeno sei mesi", ha spiegato l'immunologo Wilfried Bieger di Monaco nel rapporto del DPA. Alcuni anni fa, gli scienziati della Stanford University hanno riferito che la sindrome da affaticamento era riconoscibile nel cervello. Ciò è chiaramente riconoscibile con i metodi di imaging.

Le cause della malattia non sono chiaramente comprese
La CFS è chiaramente differenziata dai medici dal burnout classico, dalla "fatica" che si verifica dopo il trattamento del cancro o dagli effetti collaterali della sclerosi multipla. Mentre ci sono solo alcune spiegazioni per la CFS, la causa dell'affaticamento cronico nelle altre malattie menzionate può essere ragionevolmente spiegata. Inoltre, i sintomi sono abbastanza non specifici. La CFS è quindi ancora spesso confusa con altri quadri clinici. "La CFS differisce dagli stati di esaurimento nel contesto di malattie come tumori o infiammazioni croniche in quanto le persone colpite devono rilassarsi in modo sproporzionato molto tempo dopo lo sforzo fisico", ha detto Bieger. Non è possibile equiparare la CFS alla depressione.

"Le persone depresse non hanno la spinta interiore per le azioni, ma potrebbero implementarle fisicamente", ha detto Bieger. Le persone che soffrono di CFS non possono farlo, i loro corpi sono completamente prosciugati. Le cause non sono state ancora chiarite chiaramente. Joachim Strienz, specialista in medicina interna di Stoccarda, ha dichiarato: "È probabilmente una iperattivazione del sistema immunitario". Come si dice, è probabile che i mitocondri che forniscono energia alle cellule del corpo vengano danneggiati. Ma le strutture cellulari nel cervello, nel sistema nervoso e nei muscoli hanno bisogno di molta energia e quindi hanno molti mitocondri. "Quindi quando interrompono la loro fornitura di energia, possono sperimentare stanchezza mentale e fisica, che si verifica anche con la CFS."

Nessuna terapia speciale per CFS
Poiché l'esaurimento si verifica anche in altri quadri clinici, la CFS è una diagnosi di esclusione. "Quindi, se non vengono scoperti quadri clinici chiari, gravi carenze di ferro e vitamine nel sistema nervoso, immunitario o ormonale e c'è ancora un aumento dell'attivazione immunitaria, la CFS è una possibile scoperta", ha spiegato Bieger. "A peggiorare le cose, non possiamo chiaramente oggettivare i sintomi aspecifici dei pazienti." La diagnosi quindi spesso richiede anni.

Non esiste una terapia specifica per la CFS. "Piuttosto, cerchiamo di compensare le irregolarità e le carenze che abbiamo determinato negli esami precedenti, ad esempio nel quadro ematico o nei valori di fegato e reni", ha spiegato Bieger. "In definitiva, tuttavia, questo tratta solo i sintomi della CFS, non le cause." Secondo gli esperti di salute, la medicina tradizionale cinese può aiutare molte persone colpite. Secondo questo, TCM aiuta con la sindrome da esaurimento che i pazienti a volte si sentono sollevati, più vitali e ottimisti dopo pochi giorni. Per alcuni, una visita in palestra può avere un senso. Il German Cancer Research Center (DKFZ) di Heidelberg, riferendosi a uno studio dell'anno scorso, aveva sottolineato che l'allenamento della forza può aiutare i pazienti affetti da cancro al seno affaticati. Molti di questi pazienti hanno difficoltà con la sindrome. Come riportato sopra, tuttavia, i medici distinguono tra CFS e "affaticamento", che viene utilizzato dopo la terapia del cancro.

Gestire delicatamente le riserve di energia limitate
Secondo il rapporto dell'agenzia, un farmaco che viene effettivamente utilizzato nel trattamento del cancro ai linfonodi dà speranza. "In uno studio norvegese, sono stati trattati pazienti con rituximab che presentavano sia il carcinoma linfonodale sia la CFS. Il cancro è stato curato e anche i sintomi della CFS sono scomparsi ", ha dichiarato Strienz. "Presumibilmente, rituximab spegne alcuni globuli bianchi che sono programmati in modo errato e causano danni", ha detto l'esperto. "Questo calma il sistema immunitario iperattivo."

È stato riferito che l'efficacia deve essere verificata in ulteriori studi. Il farmaco non è stato ancora approvato per il trattamento della CFS in Germania. Le persone colpite dovrebbero sempre imparare a gestire delicatamente le loro limitate riserve di energia al fine di ottenere una presa permanente sul loro esaurimento. "Anche con piccole attività quotidiane, vale la pena risparmiare energia", ha dichiarato Klasing, che è ora presidente dell'associazione federale dell'organizzazione di pazienti "Fatigatio" a Berlino. "Ad esempio, puoi sederti invece di stare in piedi, guidare un'auto invece di correre o semplicemente lasciare fuori la stiratura". Aiuta anche a fare un piano per i prossimi eventi e attività nei prossimi giorni e settimane. "Quindi, se ho un appuntamento importante dopodomani, so già oggi che dovrò ridurre il mio consumo di energia domani e che non sarò in grado di occuparlo troppo il giorno dopo l'appuntamento." Grazie alla sua disciplina, ora la 57enne può fare bene con il Sindrome da affaticamento vivo. Può tornare al lavoro, fare shopping e visitare amici. "Non più spesso di una volta, ma ora la vita non mi passa più, posso sperimentarla di nuovo." (Annuncio)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Sindrome da Stanchezza Cronica e Sintomi Urinari (Agosto 2020).