Notizia

Fumatore: la gamba del fumatore arriva più velocemente del previsto


Che si tratti di cancro ai polmoni, gamba di un fumatore o asma: le sigarette rappresentano un grave pericolo per la salute e, secondo il "Tobacco Atlas Germany 2015", uccidono oltre 120.000 persone ogni anno. Quasi i due terzi dei fumatori vorrebbero rinunciare al proprio vizio, ma solo poco meno della metà dei tentativi di smettere di fumare ha successo a lungo termine. Gli esperti raccomandano una combinazione di terapia comportamentale e prodotti sostitutivi della nicotina al fine di ridurre al minimo l'appetito a lungo termine per una sigaretta. Vari rimedi casalinghi e tecniche di rilassamento possono anche fornire un efficace supporto allo svezzamento.

La percentuale di fumatori diminuisce complessivamente 121.000 persone muoiono ogni anno per le conseguenze del fumo, il che significa che il 13,5 per cento di tutti i decessi può essere attribuito al fumo. Questo è il risultato dell'attuale "Atlante del tabacco Germania 2015" del German Cancer Research Center (DKFZ), presentato a Berlino all'inizio di questa settimana. In base a ciò, la percentuale di fumatori è diminuita a livello nazionale, ma in paesi come Berlino e Brema oltre il 34% degli uomini e oltre il 23% delle donne continuano a fumare. Molti fumatori vorrebbero smettere - ma hanno paura del "ritiro" e non possono immaginare la vita senza una sigaretta.

Come "Jana", che fumava dalle 40 alle 50 sigarette ogni giorno e talvolta si alzava anche di notte per soddisfare il desiderio di un bastone fumante. Come riporta Jana in un'intervista con il "Welt", aveva fumato la sua prima sigaretta all'età di 15 anni - accompagnata da tosse, vertigini e la sensazione di essere "avvelenata" alla finestra della camera del bambino. Nel corso della sua "carriera da fumo", tuttavia, il fumo è diventato sempre più normale e non importava più da dove provenisse la nicotina. Mentre stava ancora fumando sigarette con filtro all'inizio, nel corso dei suoi studi è passata al tabacco e, una volta esaurita, ha tirato fuori una sigaretta dai vecchi mozziconi.

La nicotina è più tossica dell'arsenico o del cianuro Un enorme sforzo per l'organismo, perché secondo la DKFZ la nicotina è più tossica dell'arsenico o del cianuro. Chiunque fumi 20 sigarette al giorno dovrebbe quindi ingerire tra 20 e 40 mg di nicotina durante il giorno - la dose singola fatale per un adulto è di 50 mg. Jana sapeva anche delle conseguenze sulla salute, secondo il rapporto nel "Welt". Tuttavia, questa conoscenza inizialmente non era sufficiente per rinunciare alla dipendenza. Perché la paura di non riuscire a "ritirarsi" era ancora maggiore. Non è un caso isolato, perché è difficile smettere a causa dell'elevato potenziale di dipendenza delle sigarette e ha successo solo in circa la metà dei casi. Tuttavia, secondo la DKFZ, ci sono solo pochi fumatori convinti. Invece, la maggioranza vorrebbe smettere, solo il 35 percento non ha mai provato a smettere di fumare nelle loro vite.

La disapprovazione sociale del fumo gioca un ruolo importante
Secondo l'Atlante del tabacco, i motivi principali per voler smettere di fumare non sono solo la preoccupazione per la propria salute, il desiderio di essere un modello per i bambini, ma anche i costi elevati. Gioca anche ad es. la necessità di proteggere gli altri dal fumo passivo, i consigli medici e la disapprovazione sociale del fumo svolgono un ruolo importante. Ma il compito del vizio è di solito difficile, perché non è solo la dipendenza fisica che è difficile per molti. Piuttosto, i fumatori devono rinunciare alle proprie abitudini e rimanere forti nelle situazioni in cui le persone fumano normalmente.

Le sigarette elettroniche non sono un'alternativa ragionevole, tuttavia, secondo la DKFZ, la maggior parte dei fumatori (76 percento) può uscire senza alcun supporto. Circa il sette percento userebbe materiale informativo come opuscoli come ausili e il quattro percento userebbe prodotti sostitutivi della nicotina come cerotti alla nicotina o gomme da masticare. Un altro sei percento userebbe le sigarette elettroniche per fumare - un'alternativa, tuttavia, che ha poco senso dal punto di vista di un esperto, poiché aiuta anche a mantenere la dipendenza dalla nicotina.

Sali di Schuessler e formazione autogena per il rafforzamento nella fase di svezzamento Di conseguenza, solo pochi fumatori seguiranno il percorso raccomandato dagli esperti di svezzamento. Secondo il German Cancer Research Center, la terapia comportamentale in combinazione con prodotti sostitutivi della nicotina è attualmente il supporto di maggior successo. Oltre ai sostituti, l'ipnosi e l'agopuntura possono essere utilizzati efficacemente anche per smettere di fumare. Allo stesso modo, in molti casi, le tecniche per ridurre lo stress forniscono un buon supporto quando il desiderio di una sigaretta è forte e provoca tensione e disordini interni.

Ecco metodi come L'allenamento autogeno o il rilassamento muscolare progressivo, lo yoga o la meditazione possono aiutare a rilassarsi durante la fase di svezzamento e ridurre il desiderio di fumare. Anche i sali di Schüssler e i rimedi floreali di Bach possono essere utili. Ad esempio, nella floriterapia di Bach Allevia l'ansia e il nervosismo durante lo svezzamento Aspen (aspen), la prugna ciliegia può anche aiutare a regolare gli sbalzi d'umore e ridurre la paura di "lasciarsi andare".

I sintomi di astinenza scompaiono dopo alcune settimane Jana è riuscita a liberarsi della sua dipendenza attraverso un "ritiro a freddo", dopo di che la sua paura di fumare al di sotto dei 30 anni era così grande che il fumo non era più un'opzione. Ma dopo quasi dieci anni come fumatrice, ha vissuto il primo giorno senza nicotina come un "viaggio dell'orrore" con sbalzi d'umore, disturbi del sonno e irritabilità. Dopo quattro mesi la situazione è lentamente migliorata fino a quando dopo un anno ha iniziato a credere nel suo successo. Oggi è una non fumatrice da 14 anni. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: La Vita Del Fumatore: Domande Impensabili (Agosto 2020).