Notizia

Scienziati all'Università di Harvard: le diete non portano quasi nulla


Indagine dell'Università di Harvard: quale dieta è meglio
Dieta povera di carboidrati, povera di grassi, cruda o paelo: le persone che si sentono troppo grasse provano una varietà di metodi per sbarazzarsi di chili in più. I ricercatori dell'Università di Harvard hanno ora scoperto in un'indagine che le diete attuali tendono a portare poco o niente. Integrare cibi sani nella dieta quotidiana è molto più sensato.

Perdere peso con l'aiuto delle diete
Quando le persone vogliono perdere peso, spesso provano metodi diversi. Alcuni semplicemente cercano di mangiare meno in generale, altri si affidano a diete che evitano grassi o carboidrati. La maggior parte delle persone è consapevole che una dieta minaccia il rischio del cosiddetto effetto yo-yo. Quindi, dopo aver perso con successo chili superflui, atterrano rapidamente sui fianchi. In passato, la ricerca ha dimostrato che molte diete popolari non hanno successo. Ora i ricercatori dell'Università di Harvard hanno anche esaminato vari metodi per perdere peso. Sono anche giunti alla conclusione che le diete diffuse sono di scarsa utilità.

La perdita di peso non vale la pena menzionare
Secondo "vox.com", gli scienziati stavano effettivamente cercando una risposta alla domanda se le diete a basso contenuto di grassi avrebbero fatto di più rispetto ad altre diete. Ricerche precedenti hanno dimostrato che un basso contenuto di carboidrati è più efficace di un basso contenuto di grassi. Per l'attuale indagine di Harvard T.H. Chan School of Public Health (Boston), i ricercatori hanno analizzato 53 studi con un totale di oltre 68.000 partecipanti che hanno seguito una dieta a basso contenuto di carboidrati o una dieta a basso contenuto di grassi per almeno un anno. È stato scoperto che le diete povere di grassi hanno ottenuto risultati peggiori rispetto ai programmi a basso contenuto di carboidrati. Tuttavia, non valeva la pena menzionare i risultati. La perdita di peso media era di poco inferiore a 3,20 chilogrammi. Un valore che, secondo i ricercatori, non è significativo. La maggior parte dei partecipanti era in sovrappeso all'inizio dello studio, molti soffrivano di obesità. La motivazione a perdere molto è stata quindi eccezionale.

"Cosa non dovremmo fare"
"Lo studio ci dice cosa non dovremmo fare", ha criticato il direttore dello studio Deidre Tobias del Brigham and Women's Hospital e della Harvard Medical School, secondo "vox.com". Nella rivista specializzata "The Lancet", i ricercatori riferiscono che l'assunto "che è necessario rimuovere il grasso dalla dieta per perdere peso" non ha validità. Secondo l'autore dello studio Deirdre Tobias, “non si tratta di stabilire se grassi o carboidrati siano fondamentali per perdere peso. Piuttosto, dobbiamo ripensare i modelli alimentari invece di demonizzare i singoli alimenti. ”Secondo Tobias, non si dovrebbe omettere nessuno dei principali nutrienti, come consigliato da basso contenuto di grassi, basso contenuto di carboidrati o basso contenuto di proteine. Invece, cibi sani dovrebbero essere integrati nel piano di menu giornaliero. Di conseguenza probabilmente non perderai molto peso, ma di solito questo non è il caso a lungo termine con le solite diete. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Fallimento o successo con la dieta della moda (Agosto 2020).