Notizia

Nuovo studio: il congelamento del tessuto ovarico è sicuro


Desiderio di bambini dopo il cancro: congelare il tessuto ovarico è sicuro
Se l'infertilità minaccia a causa del trattamento del cancro, le donne possono prevenirlo congelando il tessuto ovarico in modo che possano successivamente soddisfare il loro desiderio di avere figli. Sebbene questo metodo sia ancora abbastanza semplice, un nuovo studio dà speranza.

Congela lo sperma e il tessuto ovarico
Grazie a metodi di trattamento migliorati e diagnosi precedenti, le possibilità di successo del trattamento del cancro sono aumentate considerevolmente negli ultimi decenni. Tuttavia, la terapia del cancro è spesso associata alla sterilità. Se le persone vogliono ancora figli, possono essere prevenute. Ad esempio, le donne possono congelare il tessuto ovarico e gli uomini spermatozoi prima del trattamento. Il metodo è ancora relativamente nuovo, ma il tessuto ovarico è stato trapiantato con successo in diversi casi negli ultimi anni. Studi recenti stanno dando origine a maggiori speranze.

Il nuovo metodo ha portato a numerose nascite
I ricercatori della Clinica universitaria di Copenaghen, per esempio, ora riportano sulla rivista "Human Reproduction" che la rimozione del tessuto ovarico prima della terapia e un successivo ritrasferimento in uno studio hanno portato ad almeno un bambino su ogni terza donna. Inoltre, il tasso di recidiva del cancro non è stato aumentato. Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa dpa, il team guidato da Annette Jensen ha valutato i dati di 41 donne danesi a cui è stato riportato il tessuto ovarico a un'età media di 33 anni.

È stato dimostrato che il cancro originale in questi pazienti non è tornato a causa del trattamento, come temevano alcuni esperti. 32 delle donne volevano rimanere incinta, dieci di loro avevano almeno un figlio. Sono nati in totale 14 bambini, naturalmente o dopo un trattamento per la fertilità.

Le possibilità di sopravvivenza per il cancro sono aumentate in modo significativo
Nel loro articolo, gli scienziati scrivono che le possibilità di sopravvivere al cancro in giovane età sono aumentate significativamente negli ultimi decenni. Tuttavia, poiché il trattamento del cancro può rendere sterile, il mantenimento della fertilità sta diventando sempre più un componente delle moderne terapie del cancro. Finora, le cellule uovo sono state spesso congelate, ma ottenerle richiede un trattamento preliminare di dieci-dodici giorni.

Il nuovo metodo, in cui i medici congelano un'ovaia o parti di essa prima della chemioterapia o del trattamento con radiazioni, lo congelano e successivamente reinseriscono il tessuto nel corpo, è stato utilizzato solo per alcuni anni. Secondo i ricercatori danesi, dopo questo trattamento sono nati oltre 36 bambini in tutto il mondo, anche in Germania. Nel 2012, ad esempio, è stato riferito che un bambino è nato da un tessuto ovarico trapiantato a Norimberga.

Scarsa conoscenza delle prospettive di successo
Tuttavia, si sa poco delle prospettive di successo. Secondo i ricercatori, il tessuto trapiantato era attivo in alcune donne da circa dieci anni, in altre non era più funzionale dopo alcuni mesi. Le ragioni di queste differenze non sono ancora note. In tre delle 41 donne che hanno ricevuto un trapianto di tessuto, il cancro è tornato dopo il trapianto. Tuttavia, come scrivono gli scienziati, non c'è nulla che possa suggerire l'esistenza di una connessione tra il trattamento e la ricaduta.

L'esperto tedesco è critico
Christian Thaler, membro del consiglio della Società tedesca per la medicina riproduttiva (DGRM), ha recentemente affermato che il mantenimento della fertilità nelle terapie contro il cancro è di grande importanza poiché molte giovani donne vengono ora curate. Tuttavia, il metodo classico non è la crioconservazione del tessuto ovarico, ma quello delle cellule uovo non fertilizzate.

Il congelamento delle cellule uovo è stato stabilito da molto tempo ed è quindi sicuro e "dovrebbe sempre essere la prima scelta." Thaler, che dirige il centro ormonale e di fertilità presso l'ospedale universitario Ludwig Maximilian di Monaco, ha commentato criticamente: "Il trapianto di tessuto ovarico, d'altra parte, è sempre ancora sperimentale, e finora sono emersi solo pochi bambini. Temo che questa procedura sarà sopravvalutata visto il successo dei singoli casi. ”I ricercatori danesi, d'altra parte, ritengono che“ congelare il tessuto ovarico come metodo per mantenere la fertilità ”stia diventando sempre più importante. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Protezione della fertilità: la crioconservazione del tessuto ovarico Parte 2 (Agosto 2020).