Notizia

Studio sullo smartphone: mangiare in modo irregolare ci fa ingrassare


Le persone negli Stati Uniti mangiano in modo molto irregolare
Mangiare regolarmente in un determinato periodo di tempo può portare benefici per la salute. Gli scienziati sono già stati in grado di scoprirlo negli studi sugli animali. L'impatto dei pasti sulla salute umana era precedentemente sconosciuto. I ricercatori statunitensi sono ora stati in grado di ottenere interessanti spunti in merito da uno studio sugli smartphone e recentemente lo hanno pubblicato sulla rivista specializzata "Metabolismo cellulare".

Tre pasti fissi al giorno sono una reliquia di tempi precedenti?
Colazione alle sette, pranzo alle dodici e cena alle 7:00: il programma del pasto assomigliava a questo in molte famiglie dei tempi precedenti. Ma oggi, a quanto pare, l'assunzione di cibo è raramente suddivisa in tre pasti entro dodici ore. Almeno negli Stati Uniti, perché qui la maggior parte della popolazione si nutre in modo irregolare in una finestra temporale di oltre 15 ore al giorno.

150 soggetti fotografano il cibo ogni giorno
Questa è la conclusione raggiunta dagli scienziati del Salk Institute for Biological Studies di La Jolla (California). Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa "dpa", i ricercatori sono stati in grado di raccogliere i dati esatti sull'alimentazione dei volontari per la prima volta per le loro indagini. Ciò è stato reso possibile dall'uso di smartphone, con cui oltre 150 volontari hanno fotografato il loro cibo ogni giorno per tre settimane. Parallelamente, gli scienziati hanno utilizzato un'app per documentare i tempi e i luoghi in cui i partecipanti hanno mangiato.

"Finora, la maggior parte degli studi nutrizionali ha richiesto colazione, pranzo, cena e snack", ha affermato l'autore senior Satchidananda Panda in una dichiarazione del Salk Institute. Tuttavia, utilizzando l'app per foto, è stato possibile ottenere informazioni sull'effettivo comportamento alimentare dei soggetti del test.

Un terzo dell'apporto calorico giornaliero dopo le 18:00
È stato dimostrato che oltre la metà dei partecipanti adulti ha mangiato in modo molto irregolare, e in linea di principio durante l'intero periodo di veglia. All'ora di pranzo veniva consumato solo un quarto della quantità giornaliera di calorie, mentre un terzo dell'energia veniva consumata dopo 18 ore. "Il contesto delle immagini parlava di volumi, ad esempio quando i pasti venivano consumati accanto a una tastiera, a letto, mentre guardavamo la TV, sul marciapiede, in macchina o durante il rifornimento di carburante", riferisce lo studio di Shubhroz Gill.

I ricercatori sono stati anche in grado di ottenere approfondimenti sulle abitudini alimentari dei partecipanti allo studio degli Stati Uniti. In base a ciò, caffè e latte al mattino, alcolici alla sera e tè venivano consumati durante il giorno. Inoltre, i soggetti consumavano spesso yogurt al mattino, panini e hamburger a mezzogiorno e spesso verdure e gelati alla sera. Foto di cioccolato e altri dolci sono state scattate anche dalle 10 del mattino.

I soggetti perdono il 3,5% del loro peso in eccesso dopo quattro mesi
Come riporta il Salk Institute, i ricercatori hanno selezionato altri otto partecipanti in sovrappeso che normalmente consumavano cibo per più di 14 ore al giorno. Gli è stata offerta la possibilità di limitare l'assunzione di cibo da 10 a 11 ore al giorno per 16 settimane senza dover limitare l'apporto calorico. I partecipanti hanno ricevuto il loro "feedogramma" personale ogni settimana, che documentava la precedente perdita di peso. Dopo i quattro mesi, è stato mostrato un risultato interessante, dal momento che i soggetti del test avevano perso in media il 3,5% del loro peso in eccesso e hanno anche riportato più energia e un sonno migliore.

600 milioni di adulti in tutto il mondo sono affetti da obesità
Una scoperta importante, perché l'obesità sta diventando un problema sempre più grande. Nel 2014, ben 1,9 miliardi di adulti erano in sovrappeso, di cui 600 milioni soffrivano di obesità. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ciò rappresenta di conseguenza una "epidemia globale" che si sta diffondendo rapidamente e colpisce sempre più i paesi poveri. Negli Stati Uniti, il 34 percento di tutti gli adulti è considerato patologicamente sovrappeso, in Germania la percentuale è appena inferiore al 15%. Un rischio da non sottovalutare, perché l'obesità è ormai la causa più importante di diabete, ipertensione, ictus e alcuni tipi di cancro.

Cambiare l'orario dei pasti può essere rischioso
Tuttavia, i risultati dello studio non dovrebbero suscitare troppe speranze nella lotta contro i chili. "Tuttavia, non dovresti concludere che cambiare i tempi di alimentazione è l'unico modo per migliorare la tua salute", ha detto Panda. Inoltre, un simile cambiamento potrebbe comportare rischi per la salute, perché "questo può anche essere rischioso per le persone con ipoglicemia non diagnosticata", aggiunge lo scienziato.

"Lo studio riguarda lo sviluppo di metodi e fornisce uno sguardo preliminare su cosa e quando le persone mangiano", riassume Panda. Ora, tuttavia, sono necessari ulteriori studi più ampi, ad es Raccogliere dati dai turni e dai diversi gruppi socio-economici. Questo è l'unico modo per creare un quadro più completo ed esaminare le differenze socio-economiche. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Pizza quale mangiare senza ingrassare anche se sei a dieta (Agosto 2020).