Notizia

Alesatura: la noia a volte può causare gravi malattie


Alesatura: quando la noia ti rende malato e depresso
Molte persone hanno familiarità con il fenomeno del burn-out, ma pochissime persone sanno che essere sfidati può anche farti ammalare: per le persone che soffrono di una noia, aumenta il rischio di diventare depressi. La noia persistente può essere particolarmente pericolosa per le persone anziane.

Il sottoutilizzo continuo può farti ammalare
Il burn-out è ben noto alla maggior parte delle persone: stress ed esigenze eccessive mettono a dura prova la salute. Finora, solo pochi sono consapevoli che puoi ammalarti se sei sotto sfida. Sempre più persone si lamentano della noia sul lavoro o nella vita privata. Gli psicologi chiamano questo fenomeno noioso (derivato dalla parola inglese per noia: noia), come riporta l'agenzia di stampa dpa. La persistente sottocoda porta, tra l'altro, a persistente depressione, svogliatezza, affaticamento cronico, disturbi del sonno e incapacità di godersi la vita. Secondo gli esperti sanitari, a volte vengono aggiunti sintomi fisici come dolore addominale, fastidio allo stomaco, vertigini, mal di testa e ronzio nelle orecchie o nell'acufene. La noia, che può anche provocare depressione, è osservata principalmente nel mondo del lavoro a causa della noia sul lavoro, ma anche molti anziani ne sono colpiti. Ciò ha a che fare con il fatto che la qualità della vita nella vecchiaia dipende in gran parte dalla sensazione di essere utilizzata.

Sintomi di burn-out e noia
"I sintomi sono gli stessi di un esaurimento", ha detto Ursula Lehr a Dpa. Anche nella vecchiaia, gli anziani possono ancora essere colpiti. Ad esempio, se il partner muore improvvisamente e rimane un grande buco. "Questo è particolarmente comune per le donne di età superiore agli 80 anni che hanno rinunciato al lavoro quando si sono sposate e hanno vissuto principalmente per i loro mariti", ha affermato il professore emerito di psicologia, che ha ricoperto la cattedra di gerontologia a Heidelberg. Improvvisamente i giorni perdono la loro solita struttura e c'è una sensazione di vuoto.

Vivere la pensione correttamente
Tuttavia, non è necessario che un annoia si verifichi. Il tempo subito dopo il pensionamento è spesso precario. "Gli uomini sono - ancora - particolarmente colpiti perché spesso definiscono fortemente la loro vita attraverso il loro lavoro", ha spiegato la psicologa Julia Scharnhorst. Con i maniaci del lavoro, a cui mancava il tempo per hobby e amici, le cose crollano con la pensione. Può aiutare a prepararsi. Ad esempio, chiarendo come dovrebbero essere i giorni della pensione, quali attività si desidera fare o se ci sono amici che si desidera incontrare di nuovo. "In nessun caso la pensione dovrebbe essere intesa come non fare nulla", afferma Scharnhorst. Gli anziani dovrebbero usare il tempo, ad esempio, per perseguire intensamente i loro hobby. Solo il tuo imposterà i limiti. "Molti hanno in mente queste aspettative, come dovrebbero essere le persone anziane", ha detto Scharnhorst. Ma tutti dovrebbero mettere in discussione questo modello da soli: "Riguarda come vuoi vivere te stesso e non come pensi che la società pensi che sia giusto".

Compiti significativi e stimolanti
Il consiglio dello psicologo: i compiti da svolgere dovrebbero essere sensati e stimolanti. Ad esempio, puoi fare volontariato, studiare di nuovo o imparare una nuova lingua. Questo aiuta anche a mantenere il cervello in forma nella vecchiaia. Lehr crede anche che gli anziani debbano vedere un senso nel loro lavoro. Pertanto raccomanda attentamente di considerare ciò che fa per te e quanto tempo puoi investire nella nuova attività. Esistono numerose organizzazioni che aiutano a organizzare il volontariato. Punti di contatto adatti sono agenzie di volontariato, uffici per anziani e luoghi di incontro. Una società senza scopo di lucro di Bonn, Senior Expert Service (SES), invia specialisti in pensione a lavorare in patria e all'estero. "Molti vogliono restituire qualcosa alla società e vogliono anche essere necessari in pensione", ha spiegato la portavoce Heike Nasdala. L'associazione Senior Partner in School (SiS) media gli anziani come mediatori nelle scuole. Una piccola struttura è spesso sufficiente per trovare la via d'uscita dal buco mentale di una noia. Lehr fornisce un semplice esempio: "Leggere il giornale ogni giorno".

Gli anziani hanno in testa lo stigma nazista
O forse scopri Internet. "Ci sono molti sponsor volontari che ti insegnano come usarlo", afferma Lehr, che è anche presidente dell'Associazione federale delle organizzazioni per anziani (Bagso). Internet rende anche più facile rimanere in contatto con la famiglia. Un nipote troverà bello skype con la bisnonna. Ma in alcuni casi, tutti i suggerimenti menzionati non sono sufficienti. "Poiché può portare alla depressione, spesso è necessario un aiuto psicologico", ha spiegato Lehr. Secondo la sedia Bagso, le persone anziane in particolare hanno spesso paura di andare da uno psicologo perché hanno ancora in testa lo stigma del tempo del Terzo Reich. "Con i nazisti, i malati di mente erano considerati una vita indegna, motivo per cui molte persone anziane ancora oggi evitano di visitare la pratica." Inoltre, i medici a volte giudicano erroneamente la sindrome della noia. "A volte assumono che i sintomi indicano demenza", afferma Lehr. Circa un quinto di tutti i casi di demenza sono in realtà dovuti alla depressione. Questi, a loro volta, hanno spesso origine in una noia. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Perchè le nocciole cadono vuote? Ecco le cause (Agosto 2020).