Notizia

Dieta: i prodotti di marca non superano il test degli spaghetti


Stiftung Warentest esamina 25 prodotti di spaghetti
Se ti piace mangiare una pasta deliziosa, non devi spendere molti soldi automaticamente. Lo Stiftung Warentest è giunto a questa conclusione in un test attuale per il quale sono stati esaminati 25 diversi spaghetti. Di conseguenza, un prodotto "buono" è disponibile da 49 centesimi per 500 grammi. Alcuni marchi noti come B. "Buitoni" o "De Cecco", tuttavia, erano meno convincenti.

Buona pasta a meno di 50 centesimi per 100 grammi
Gli spaghetti sono popolari tra grandi e piccini e sono disponibili presso numerosi produttori a prezzi diversi. Ma quale marchio è il migliore? Anche la Stiftung Warentest si è posta questa domanda e ha messo al microscopio 25 varietà per un test attuale (www.test.de/spaghetti). Sono stati esaminati aspetto, odore, sapore e sensazione in bocca, gli esperti hanno anche controllato l'inquinamento e i germi, l'imballaggio e l'etichettatura. La conclusione: la deliziosa pasta non deve essere costosa. Invece, gli amanti della pasta possono trovare un prodotto "buono" o "molto buono" sullo scaffale del supermercato per meno di 50 centesimi per 100 grammi.

K-Classic Spaghetti ”di Kaufland sono i vincitori del test
Gli esperti hanno testato 20 grano duro, 3 cereali integrali e 2 prodotti senza glutine (prezzi: 0,49 - 2,79 euro) e hanno ottenuto un risultato sorprendente. Invece dei grandi marchi italiani come "Buitoni", gli "K-Classic Spaghetti" di Kaufland hanno ottenuto i risultati migliori ricevendo un "buono" o un "ottimo" in tutte le aree di prova. Il molto più costoso e popolare "Barilla Spaghetti N5" ha ricevuto un "buono" (1,59 euro per 500 grammi), così come altri otto prodotti, tra cui la pasta economica di Aldi Süd, Penny e Norma.

Secondo la fondazione, anche due dei prodotti biologici integrali erano convincenti. Qui gli "Spaghetti integrali Dennree" (0,99 euro per 500 grammi) e gli "Spaghetti integrali Alnatura" (0,95 euro per 500 grammi) hanno ricevuto entrambi buoni voti. Tuttavia, nessuno dei noti produttori di marchi è arrivato ai primi posti tranne Barilla. Invece, gli spaghetti di Buitoni, de Cecco e Jamie Oliver hanno ricevuto tutti solo un "soddisfacente". Le tagliatelle "Strauss Innovation" hanno ottenuto solo segni sufficienti perché sono rimaste dure una volta cotte, secondo le basi.

Deossinivalenolo veleno da muffa rilevato in molti prodotti
Un problema: nonostante la produzione standardizzata, non tutti gli spaghetti sarebbero stati venduti correttamente. Invece, gli esperti avevano trovato pezzi di lunghezza disuguale o pezzi rotti, per esempio, e gli inquinanti sono stati trovati anche nella maggior parte degli spaghetti. La fondazione era particolarmente interessata al deossinivalenolo (DON) avvelenato da muffe e ai componenti dell'olio minerale, senza i quali alcuni prodotti avrebbero ricevuto un grado migliore.

Conservare gli spaghetti di grano duro scuri e asciutti
Secondo la fondazione, quando si cucina la pasta, non si deve pungere con acqua, ma calcolare un litro d'acqua per 100 grammi di pasta. C'è anche un cucchiaino colmo di sale, ma è possibile eliminare l'olio nell'acqua. Chi preferisce la pasta di grano duro dovrebbe conservarli asciutti, scuri e lontani da odori estranei. In molti casi, la pasta ha una durata persino maggiore di quella indicata dal produttore. Per la pasta a base di pasta integrale e pasta all'uovo, tuttavia, la Fondazione raccomanda un orientamento più preciso alla data di scadenza a causa della possibile deperibilità. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: MailUp Webinar Growth Hacking, tutto quello che non hai mai osato chiedere (Agosto 2020).