Notizia

Contesto dimostrato: aumento del rischio di sclerosi multipla nella carenza di vitamina D.


Nuovo studio: la carenza genetica di vitamina D aumenta il rischio di sclerosi multipla
Nonostante anni di ricerca, le cause esatte della malattia infiammatoria della sclerosi multipla (SM) non sono ancora chiare. Un nuovo studio ora mostra che le persone con una carenza genetica di vitamina D hanno un rischio maggiore di sviluppare la sclerosi multipla.

Le cause esatte della SM non sono ancora chiare
Secondo le stime, oltre 120.000 persone in Germania soffrono della sclerosi multipla (SM) cronica infiammatoria. Nonostante anni di ricerche, le cause esatte della malattia non sono ancora chiare. L'anno scorso, i ricercatori tedeschi avevano trovato prove dello sviluppo della sclerosi multipla. Gli scienziati della Facoltà di medicina di Dresda Carl Gustav Carus, insieme ai colleghi del Centro medico universitario di Göttingen, erano riusciti a identificare una cellula che poteva avere un ruolo significativo nello sviluppo della malattia. Un nuovo studio dal Canada ora mostra che una carenza genetica di vitamina D aumenta il rischio di SM.

La carenza di vitamina D aumenta il rischio di malattia
Secondo uno studio della McGill University di Montreal, in Canada, le persone che sono geneticamente predisposte a bassi livelli di vitamina D hanno un rischio maggiore di sviluppare la sclerosi multipla. Secondo un comunicato di pressetext.com, la ricerca basata sui profili del DNA di decine di migliaia di persone con antenati europei sostiene la teoria secondo cui la vitamina D svolge un ruolo in questa malattia. Si dice che questa connessione sia sospettata da molto tempo. Ma solo ora è stato possibile per la prima volta dimostrare la carenza genetica come causa di un aumentato rischio di malattia.

Esame della distribuzione nelle persone con antenati europei
Nel loro studio, gli scienziati hanno confrontato la diffusione della malattia in un folto gruppo di persone con antenati europei. Sono state coinvolte circa 14.000 persone con SM e circa 24.000 persone sane. Secondo le informazioni, a tutti è stata cercata la predisposizione genetica alla carenza vitaminica, poiché questa variazione genetica si verifica più a caso nella popolazione. Per questo motivo, i ricercatori speravano che qualsiasi connessione che potesse essere dimostrata sarebbe anche scientificamente sostenibile.

SM più comune nei paesi poveri di sole
I risultati della ricerca, che sono stati ora pubblicati sulla rivista "PLOS MEDICINE", indicano che le persone con valori più bassi di un marcatore per la vitamina D hanno molte più probabilità di sviluppare la sclerosi multipla a causa della loro predisposizione genetica rispetto alle persone senza questa precedente esposizione. Come riportato, il rischio di sviluppare la SM sarebbe dimezzato se il livello del marcatore nel sangue nei gruppi a rischio potesse essere aumentato di 1,5 volte. Progetti di ricerca internazionali avevano già dimostrato in passato che la sclerosi multipla si verifica più frequentemente nei paesi che devono arrangiarsi con meno sole.

Somministrazione preventiva di vitamina D.
Gli esseri umani coprono la maggior parte dei loro fabbisogni di vitamina D attraverso l'esposizione al sole sulla pelle. La vitamina D svolge un ruolo cruciale in vari processi nell'organismo e una carenza nel cosiddetto ormone solare è associata a numerosi disturbi di salute. Se non trattata, una carenza di vitamina D può portare ad ammorbidimento osseo (osteomalacia) con deformazione scheletrica o alla perdita ossea (osteoporosi). Come hanno riferito gli scienziati dell'Università di Exeter nel Regno Unito l'anno scorso, hanno scoperto in uno studio che il rischio di demenza può anche essere aumentato dalla carenza di vitamina D. Secondo i ricercatori canadesi, al momento non è ancora chiaro se la somministrazione preventiva della vitamina o l'uso come medicinale nella SM possano prevenire la malattia o alleviare i sintomi. Questo dovrebbe essere ricercato negli studi a lungo termine, raccomandano gli autori dello studio. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Carenza di vitamina D, quanto è importante il problema in Italia? (Agosto 2020).