Notizia

"Antibiotico a base di erbe" è una pubblicità fuorviante


Un produttore farmaceutico può descrivere il suo medicinale a base di erbe come "antibiotico a base di erbe" nella pubblicità? Il tribunale regionale superiore di Celle ha dovuto decidere ciò in un caso specifico. Il risultato fu che non avrebbe dovuto, perché avrebbe indotto in errore i consumatori.

Il produttore di farmaci aveva pubblicizzato il suo medicinale a base di erbe come "antibiotico a base di erbe" con un "effetto preventivo contro le infezioni". Ciò era stato messo in guardia da un'associazione della concorrenza; la questione è finita davanti al tribunale regionale di Hannover e poi dinanzi al tribunale regionale superiore di Celle.

L'attore ha accusato il produttore di consumatori fuorvianti perché ha creato "l'idea sbagliata" che "il prodotto - progettato sulla base dei principi attivi di nasturzi e rafano - agisce come i noti antibiotici chimicamente definiti". L'agente non è stato inoltre approvato per l'uso preventivo nelle infezioni.

Il tribunale distrettuale aveva emesso un'ingiunzione, contro la quale la società farmaceutica fece appello. L'OLG Celle ha confermato nella sentenza del 9 luglio 2015 (Az.: 13 U 17/15) la decisione del tribunale regionale. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Federico Forneris: Come ti invento un farmaco (Agosto 2020).