Notizia

Medici: le punture di vespe possono persino portare alla morte per allergia


Le punture di vespe possono diventare rapidamente pericolose per le persone allergiche
A causa dell'inverno relativamente mite, quest'anno un numero particolarmente elevato di vespe è in movimento. Una puntura è dolorosa per la maggior parte delle persone colpite, ma non è affatto pericolosa. La situazione è diversa secondo le informazioni fornite dall'ospedale universitario di Francoforte per chi soffre di allergie e, nel peggiore dei casi, mostrano una reazione sistemica potenzialmente letale, riferisce l'Ospedale universitario.

Se una puntura di vespa è pericolosa dipende dalla posizione da un lato e dalla reazione dell'organismo al veleno degli insetti dall'altro. Se, ad esempio, si verifica una pugnalata alla gola o alla gola, il tratto respiratorio può gonfiarsi e sussiste il rischio di morte per soffocamento. Tuttavia, una puntura di vespa diventa spesso problematica a causa di una risposta sistemica al veleno e non a causa della sua posizione. L'Ufficio federale di statistica registra ogni anno circa 20 decessi dopo accoltellamenti, secondo l'ospedale universitario di Francoforte. "Tuttavia, è probabile che il numero di casi non segnalati sia significativamente più elevato perché la puntura non è riconosciuta come causa di morte in tutti i casi", ha affermato il medico senior presso il Dipartimento di Dermatologia, Venereologia e Allergologia presso l'Ospedale universitario di Francoforte, Dr. Eva Valesky.

Le punture di api e vespe sono particolarmente pericolose
"Numerosi insetti possono causare reazioni locali o sistemiche attraverso il loro morso", riferiscono gli esperti dell'ospedale universitario di Francoforte. Molto spesso, tuttavia, le reazioni clinicamente rilevanti sarebbero causate dalle punture dell'ape e della vespa. Reazioni di punture clinicamente rilevanti possono essere osservate molto meno frequentemente con altri insetti come bombi, calabroni, zanzare, formiche o persino freni. A causa del mite inverno e dell'estate inizialmente secca, un gran numero di vespe sono in movimento quest'anno, quindi si verificano più punture, riferisce l'ospedale universitario. Una puntura potrebbe essere fatale per chi soffre di allergie.

Le reazioni sistemiche rendono pericolose le punture di vespa
Secondo l'ospedale universitario, molte persone attualmente devono essere ricoverate in ospedale perché allergiche a una puntura di vespa. In alcuni casi c'è un rischio per la vita. "Affinché la puntura e le altre persone nell'ambiente reagiscano correttamente, l'effetto della puntura deve essere classificato correttamente", continua la clinica. "Se una puntura è davvero pericolosa per le persone dipende molto dal tipo di reazione fisica", sottolinea il dott. Valesky. Qui è "molto importante distinguere le reazioni locali - anche se più forti del normale - da una cosiddetta reazione sistemica". Secondo il dott. Gösta Lotz, medico senior presso la Clinica di anestesia, medicina intensiva e terapia del dolore a Francoforte, è bassa e non necessita di cure mediche. "Se si verifica l'anafilassi, cioè una reazione del sistema immunitario al veleno degli insetti che colpisce l'intero organismo", secondo l'esperto, è necessario chiamare immediatamente un medico di emergenza.

Misure immediate dopo una puntura di vespa
Circa l'1,2 al 3,5 percento della popolazione generale è affetto da un'allergia alla puntura di insetto, che porta a una reazione sistemica alle punture di insetti ”, riferisce l'ospedale universitario. Di conseguenza, una puntura di vespa può essere estremamente pericolosa per un massimo di tre milioni di tedeschi. Inoltre, "più reazioni locali" dopo una puntura di vespa sono state trovate in oltre un quarto della popolazione. Secondo gli esperti, una reazione locale provoca gonfiore e arrossamento. Una busta umida di solito è sufficiente come rimedio domestico qui. Se necessario, è possibile utilizzare anche una crema al cortisone. Inoltre, le penne termiche sono una possibile alternativa al trattamento. Gli effetti del calore neutralizzano il veleno degli insetti e quindi riducono il gonfiore e il prurito associato.

In caso di reazioni allergiche, contattare immediatamente il medico di emergenza
Secondo gli esperti, i servizi di emergenza devono essere avvisati immediatamente se i segni puntiformi mostrano anafilassi. "Se il paziente ha un kit di emergenza per le allergie, questo deve essere usato", spiega il Dr. Lotz. Inoltre, "le misure di primo soccorso devono essere eseguite fino all'arrivo del medico di emergenza, in casi estremi fino alla rianimazione." Non appena arriva il medico di emergenza, il medico continuerà ad applicare lo schema passo-passo della terapia di anafilassi, riferisce il medico. Ciò include la creazione di un accesso venoso o intraosseo, cioè nella cavità del midollo osseo. Adrenalina, ossigeno, antistaminici e altri agenti possono quindi essere somministrati attraverso queste vie di ingresso. "Dopo il trattamento acuto, il paziente deve essere portato in un ospedale adatto, dove sono disponibili tutti i metodi necessari di medicina intensiva e gestione avanzata delle vie aeree", spiega il Dr. "Dopo un incidente del genere, tuttavia, le cure acute non dovrebbero rimanere, ma in seguito dovrebbe essere effettuata una diagnostica più ampia", ha concluso l'esperto.

Prevenzione e trattamento a lungo termine
La sensibilizzazione o l'allergia al veleno degli insetti viene rilevata secondo il rapporto dell'ospedale universitario sugli esami della pelle e del sangue per determinare il rischio individuale di anafilassi. Sulla base delle conoscenze acquisite, le persone interessate potrebbero decidere sulla prevenzione e sulle terapie a lungo termine insieme ai medici. In caso di pugnalata, ad esempio, esistono kit di emergenza come misure di auto-aiuto. A lungo termine, un'immunoterapia specifica da parte dell'allergologo può aiutare per un periodo di cinque anni. I medici della clinica universitaria stanno esaminando il successo di questa terapia in un ambiente sicuro - "attraverso una provocazione mirata di punti vivi nella clinica per dermatologia, venereologia e allergia in condizioni mediche di emergenza in collaborazione con la clinica per anestesia, medicina intensiva e terapia del dolore", riferisce il dott. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: ATTENTO allo shock anafilattico! (Agosto 2020).