Notizia

La cannabis come medicina: la cannabis crea davvero dipendenza?


Lacune di conoscenza sugli effetti della cannabis medica
La cannabis medica ha una grande speranza per molti pazienti. Finora è stato utilizzato principalmente per alleviare il dolore cronico e contro la nausea durante la chemioterapia. Il trattamento della canapa potrebbe anche essere promettente per il glaucoma, la sclerosi multipla e molte altre malattie. Tuttavia, spesso mancano prove scientifiche. Un team internazionale di ricercatori guidato da Penny Whiting dell'ospedale universitario di Bristol ha recentemente valutato dozzine di studi sulla cannabis medica e scoperto numerose lacune di conoscenza.

Studi scientifici hanno dimostrato effetti positivi della cannabis terapeutica per il dolore cronico
Che si tratti di sclerosi multipla, sindrome di Tourette o cancro, la cannabis medica è ora utilizzata per molte malattie in tutto il mondo. Tuttavia, i benefici per la salute dei trattamenti con la canapa non sono ancora stati scientificamente dimostrati per molte malattie. Ciò è dimostrato da uno studio attuale, per il quale sono stati cercati 28 database per studi che trattano degli effetti della cannabis medica.

Whiting e i suoi colleghi hanno incontrato 79 esami con poco meno di 6.500 partecipanti allo studio. Lo studio più antico fu condotto nel 1975, il più recente risale a quell'anno. Nelle applicazioni più note per la marijuana medica, come il sollievo del dolore cronico o della nausea durante la chemioterapia, ci sono indicazioni di effetti positivi, scrivono i ricercatori sulla rivista "Jama". Tuttavia, i benefici della terapia della canapa non sono stati dimostrati per molte malattie. In uno studio che ha esaminato gli effetti del glaucoma, i risultati si basavano solo su sei partecipanti allo studio.

"Come revisore sistematico, abbiamo fornito un riepilogo dei dati disponibili che i medici possono ora utilizzare per aiutarli a decidere se prescrivere cannabinoidi per i loro pazienti", ha detto Whiting a Reuters.

Molti medici hanno avuto buone esperienze con la cannabis terapeutica nei loro pazienti
Tuttavia, il fatto che i dati sugli effetti della cannabis siano molto scarsi non può essere considerato un'indicazione che la marijuana medica non funziona. Molti medici hanno avuto esperienze positive con la terapia della canapa. "Ho pazienti Tourette nella mia pratica ogni settimana che mi dicono che nessun farmaco può alleviare i loro tic, ma un'articolazione li ha aiutati", riferisce Kirsten Müller-Vahl, neurologo della Scuola medica di Hannover, in un'intervista con "Spiegel In linea". Tuttavia, l'attuale analisi mostra che vi è un grande bisogno di ricerca.

Solo quando i medici sanno di più sui benefici medici della cannabis possono dare ai loro pazienti consigli migliori. Al momento non ci sono dati per molte malattie, quindi troppi rischi incontrano un beneficio sconosciuto. Nell'editoriale "Jama" si afferma che circa un consumatore di cannabis su dieci è a rischio di dipendenza. La marijuana può anche causare effetti collaterali come affaticamento, secchezza delle fauci, vertigini e nausea. In rari casi, può anche verificarsi psicosi. (Ag)

/ span>

Immagine: NicoLeHe / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Cannabis terapeutica: quello che le mamme e i papà non ci hanno mai detto (Agosto 2020).