Notizia

La legalizzazione della cannabis non ha mostrato un aumento del consumo in un'indagine


La legalizzazione della marijuana medica non porta a un maggiore consumo
La marijuana può essere legalmente consumata per motivi medici in vari paesi del mondo. Gli esperti di salute chiedono da tempo che un numero maggiore di pazienti abbia un accesso più facile alla cannabis. Il timore che ciò possa comportare che i giovani fumino più patate sono stati ora contrastati in uno studio. "La legalizzazione della cannabis non ha mostrato un consumo maggiore tra gli adolescenti", secondo lo studio.

Fumare erba su prescrizione medica
La marijuana può essere legalmente consumata per motivi medici in vari paesi del mondo. Ad esempio, la cannabis è stata recentemente legalizzata per i malati di cancro in Cile. Il fumo di prescrizione è consentito anche in alcuni stati degli Stati Uniti. E anche in questo paese, il farmaco è stato usato come medicinale per molto tempo, ma è difficile per i pazienti accedervi. In un recente sondaggio, il 90 percento dei tedeschi ha votato per un più facile accesso alla cannabis per i pazienti. Tuttavia, alcuni ritengono che qualsiasi legalizzazione della marijuana aumenterebbe il consumo di sostanze tossiche in generale e che i giovani aumentino il consumo di fumo. Questo assunto è stato ora confutato in uno studio.

La legalizzazione della marijuana medicinale non comporta un maggiore consumo
Ricercatori statunitensi hanno studiato se i giovani possono davvero fumare di più se è possibile ottenere legalmente la marijuana prescritta da un medico. Secondo un messaggio dell'agenzia di stampa dpa, gli scienziati hanno valutato i dati di 24 anni e 48 stati degli Stati Uniti. L'analisi dei dati di oltre mezzo milione di adolescenti mostra che il rilascio di cannabis come medicinale non porta a un consumo maggiore. Lo studio pubblicato sulla rivista "The Lancet Pschiatry" mostra che la legalizzazione della marijuana medica non ha avuto alcun effetto.

L'uso di marijuana può portare a danni successivi
L'uso di droghe tra i 13-18 anni non è aumentato nei 21 paesi in cui il farmaco può essere prescritto. Gli scienziati non hanno riscontrato alcun aumento nei singoli gruppi, che sono stati divisi in base all'istruzione, all'origine, al genere o al colore della pelle. Nei paesi con marijuana medicinale, il consumo era più alto che in altri paesi, ha spiegato la direttrice dello studio Deborah Hasin, ma era già così prima dell'uscita. Di conseguenza, la legalizzazione medica non ha influito sul consumo. "Poiché l'uso di marijuana negli adolescenti può portare a danni successivi, dovremmo ricercare i fattori che portano a questo uso." Tuttavia, il rilascio come medicinale non è una circostanza del genere. I risultati dell'indagine potrebbero anche avere un impatto sulla controversa discussione in Germania sul rilascio o meno della canapa. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Il Canada legalizza vendita e consumo ricreativo della marijuana (Agosto 2020).