Notizia

Molti bambini tedeschi hanno il morbillo


Nella prima metà del 2015, oltre 170 bambini in Germania hanno sviluppato il morbillo. Questo è il numero più alto entro un anno dall'introduzione dell'obbligo di segnalazione per la malattia infettiva. I pediatri hanno chiamato il numero "allarmante".

Livello più alto dall'introduzione dell'obbligo di segnalazione
Nei primi sei mesi di quest'anno, oltre 170 bambini in Germania hanno il morbillo. Come riportato dall'agenzia di stampa AFP, questo è il numero più alto in un anno da quando è stato introdotto il requisito di segnalazione per la malattia nel 2001. L'associazione professionale dei pediatri tedeschi (BVKJ) ha annunciato lunedì che, secondo il Robert Koch Institute (RKI), tra gennaio e giugno di quest'anno sono state segnalate malattie di 176 bambini, 114 dei quali nella sola Berlino, dove l'ultimo dall'autunno Una forte ondata di morbillo ha imperversato durante tutto l'anno.

Rischio di infiammazione cerebrale fatale
L'associazione dei pediatri ha descritto i numeri come allarmanti. Secondo le informazioni, i bambini erano a maggior rischio di sviluppare un'infiammazione cronica terminale e cronica del cervello, una temuta conseguenza a lungo termine del morbillo. I virus del morbillo penetrano nel cervello, dove si moltiplicano nel corso della vita e distruggono il cervello. Il presidente dell'Associazione professionale dei pediatri, Wolfram Hartmann, ha dichiarato: “Questo processo non può essere fermato. Pertanto, questa malattia purtroppo non è ancora stata curabile ".

L'associazione medica richiede una strategia nazionale di vaccinazione
L'associazione medica ha richiesto a lungo una strategia nazionale di vaccinazione per proteggere i bambini troppo piccoli per vaccinare, ma anche altri bambini che non possono essere vaccinati a causa dell'immunodeficienza congenita, per esempio. È necessario garantire che tutti i bambini nei centri diurni, negli asili, ecc. Siano vaccinati secondo le raccomandazioni sulla vaccinazione del rispettivo stato federale. I pediatri ritengono che un certificato di consulenza sulla protezione vaccinale, che il governo federale nero e rosso vuole ancorare nella legge sulla prevenzione, non sia sufficiente. Pertanto, non solo i bambini, ma anche gli educatori, gli insegnanti e tutti gli altri operatori sanitari devono presentare un certificato di vaccinazione completo. In vista dell'ondata di morbillo, l'Associazione nazionale dei medici di assicurazione sanitaria obbligatoria (KBV) e l'associazione di assicurazione sanitaria obbligatoria hanno recentemente lanciato una campagna di informazione rivolta in particolare agli adulti.

Divieto scolastico per i non vaccinati
La coalizione governativa ha concordato norme per una migliore protezione contro le malattie infettive come il morbillo. In futuro, ai bambini che non sono stati vaccinati potrebbe essere vietato frequentare asili nido o scuola se il morbillo si verifica lì. Tali divieti sono già stati emessi per alcune istituzioni negli ultimi mesi. Ad esempio in una scuola di Marburg, in Assia, dove dopo diversi casi di morbillo non c'era scuola per i non vaccinati. Inoltre, i consigli di vaccinazione medica devono essere forniti per iscritto prima che un bambino sia ricoverato in un asilo nido. Inoltre, gli stati dovrebbero essere in grado di imporre multe se la consulenza sulla vaccinazione non può essere dimostrata per un bambino dopo che è stato assegnato un centro diurno. (anno Domini)

/ span>

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Virus: da minaccia per la salute a strumento di cura (Agosto 2020).