Notizia

Scienziato: le noci riducono il rischio di morte


Il consumo di noci aumenta l'aspettativa di vita
Il consumo di noci ha un effetto positivo sull'aspettativa di vita, secondo un recente studio dell'Università di Maastricht. I ricercatori olandesi guidati da Piet van den Brandt hanno analizzato la relazione tra consumo di noci e mortalità per tutte le cause, nonché mortalità specifica per malattia. Hanno scoperto che sia la mortalità generale sia la mortalità specifica per causa in cancro, diabete, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie, malattie neurodegenerative e altre malattie diminuiscono attraverso il consumo regolare di noci.

In studi precedenti, il consumo di noci era associato a una ridotta mortalità, ma i dati esaurienti erano disponibili solo sulle malattie cardiovascolari, secondo i ricercatori olandesi. Inoltre, le relazioni dose-risposta non sono chiare. Nel loro studio attuale, hanno quindi analizzato il rapporto tra mortalità e consumo di frutta a guscio, arachidi e burro di arachidi utilizzando i dati dello studio di coorte olandese con un totale di 120.852 partecipanti di età compresa tra 55 e 69 anni. Hanno scoperto che la probabilità di morte prematura con consumo giornaliero di almeno dieci grammi di noci era significativamente ridotta. Il burro di arachidi, d'altra parte, non ha alcun effetto. I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista specializzata "International Journal of Epidemiology".

Sono state esaminate la mortalità complessiva e la mortalità specifica per causa
Nello studio di coorte, i partecipanti hanno fornito informazioni sulla loro dieta e stile di vita nel 1986. La mortalità è stata determinata dieci anni dopo. 8.823 decessi sono stati registrati nel periodo di osservazione. Dati completi sul loro consumo di noci e possibili fattori di confusione erano disponibili per 3.202 partecipanti allo studio. Per quanto riguarda il consumo di noci, sono state valutate le dimensioni della porzione e la frequenza di assunzione di arachidi, altre noci e burro di arachidi. I ricercatori dell'Università di Maastricht hanno quindi analizzato la relazione con la mortalità generale e la mortalità specifica per causa dal 1986. L'analisi dei dati ha mostrato che il consumo di noci ha causato sia una riduzione della mortalità complessiva sia una riduzione della mortalità specifica per causa, scrivono i ricercatori olandesi.

Almeno dieci grammi di noci al giorno
"Uomini e donne che mangiano almeno 10 grammi di noci al giorno mostrano un minor rischio di morte in diverse principali cause di morte rispetto alle persone che non mangiano noci", ha detto l'Università di Maastricht. La riduzione della mortalità è stata più pronunciata nelle malattie respiratorie, nelle malattie neurodegenerative e nel diabete. Seguirono il cancro e le malattie cardiovascolari. Nel complesso, la probabilità di morte prematura tra i soggetti che hanno consumato almeno dieci grammi di noci al giorno nel periodo di osservazione decennale è stata del 23% inferiore rispetto ai partecipanti che si sono astenuti completamente dalle noci. Gli ultimi risultati dello studio confermano i risultati di studi precedenti sulla mortalità cardiovascolare, ma potrebbero anche dimostrare che "la mortalità per cancro, diabete, malattie respiratorie e malattie neurodegenerative" è anche "ridotta", riferisce l'Università di Maastricht.

Gli ingredienti sani nelle noci riducono la mortalità
Il responsabile del progetto ed epidemiologo, il professor Piet van den Brandt, ha spiegato che è stato notevole che "la mortalità significativamente più bassa era già stata osservata con valori di consumo di 15 grammi di noci o noccioline al giorno (mezza manciata)." Con un ulteriore aumento del consumo di noci, non ci sono stati ulteriori La riduzione della mortalità è stata associata. Non vi è quindi alcuna interdipendenza lineare. Secondo i ricercatori, gli ingredienti sani delle noci, "come acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, varie vitamine, fibre, antiossidanti e altri composti bioattivi, sono probabilmente responsabili degli effetti positivi sulla mortalità" (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: INTRODUZIONE ALLA RELATIVITÀ GENERALE corso divulgativo (Agosto 2020).