Notizia

Terapia del calore in naturopatia


Naturopatia: Guarigione attraverso il calore

L'uso della terapia del calore per il dolore o alcuni quadri clinici è uno dei più antichi metodi medici e ha un posto fisso nella medicina convenzionale e nella naturopatia. Poiché il calore favorisce la circolazione sanguigna e quindi supporta i processi metabolici, viene utilizzato ovunque sia necessario rafforzare o costruire qualcosa, ad es. per tensione muscolare, malattie dell'apparato muscolo-scheletrico (ad es. dolore al collo, lombalgia cronica) o per malattie reumatiche come artrosi (artrosi del polso e delle dita, artrosi del ginocchio, artrosi dell'articolazione dell'anca) o anche prima e dopo altre misure, come Fisioterapia o massaggi. Poiché il calore è percepito come rilassante e calmante da molte persone, a volte vengono utilizzate terapie termiche appropriate per malattie psicosomatiche, nonché irrequietezza o nervosismo e possono anche avere un effetto positivo lì. Un'altra area di applicazione sono le malattie croniche del tratto respiratorio: i pediluvi in ​​acqua calda hanno dimostrato di essere efficaci più volte, poiché ciò stimola il movimento delle ciglia nel tratto respiratorio.

Possibili applicazioni della terapia termica

Il trattamento con il calore può essere effettuato in vari modi, ma il modo più comune per aggiungere calore è attraverso l'acqua calda o calda - bagni, getti, impacchi o bottiglie di acqua calda. Per esempio, nel caso di un "bagno di surriscaldamento" - sotto costante supervisione e monitoraggio medico - un bagno viene gradualmente riscaldato fino a 40 gradi Celsius mentre il corpo del paziente è in acqua per l'intero periodo. Di conseguenza, il polso accelera e anche la temperatura corporea sale a 40 gradi, il che significa che il corpo inizia a sudare, ma non può raffreddarsi a causa dell'acqua calda: questo metodo mantiene costante la sudorazione e gli agenti inquinanti immagazzinati nel corpo essere lavato via. Inoltre, un tale bagno di calore supporta le difese dell'organismo e può essere efficace nelle malattie reumatiche croniche. Va notato qui che un bagno di riscaldamento non dovrebbe mai essere eseguito senza controllo medico, poiché il polso e la pressione sanguigna del paziente devono essere controllati continuamente e se la frequenza del polso viene aumentata troppo rapidamente, potrebbe essere necessario raffreddare immediatamente il bagno - potrebbe quindi verificarsi un uso errato Influisce negativamente sulla salute, va anche tenuto presente che dopo il bagno si ha un leggero raffreddamento e un lungo periodo di riposo.

Al fine di intensificare l'effetto del calore, i cosiddetti "peloidi", ovvero Sostanze di origine terrestre e / o vegetale come Brughiera, terra curativa, argilla, fango o fango vengono utilizzati, che mantengono il calore più a lungo e possono adattarsi in modo ottimale al corpo. nel caso del "fango", il fango caldo proveniente da minerali vulcanici viene applicato alle regioni del corpo interessate. Questo immagazzina il calore per un tempo molto lungo, causando la produzione di sudore e un miglioramento della circolazione sanguigna e il corpo inizia ad assorbire i minerali contenuti nel fango. Le applicazioni di Fango sono ad es. usato per la tensione, il mal di schiena, la neurodermite o la psoriasi, ma sono anche "proprio così" per il rilassamento e per aumentare il benessere popolare tra molti utenti.

Cuscini di cereali caldi, impacchi di patate o un cosiddetto "sacco di fiori di fieno" sono adatti anche come "depositi di calore". Ci sono anche una serie di altre opzioni per fornire calore al corpo, ad es. sotto forma di aria calda, attraverso saune, piastre riscaldanti, lampade a infrarossi o radiatori. Ci sono anche alcune varianti speciali di terapia del calore come terapia ad alta frequenza e ultrasuoni, entrambi i quali funzionano con il riscaldamento mirato del tessuto corporeo. Poiché la luce ultravioletta e le onde ultrasoniche possono penetrare nelle regioni più profonde del corpo, sono anche di grande importanza per la medicina interna. In generale - come qualsiasi altra forma di terapia del calore - hanno un effetto rinforzante sul sistema immunitario e favoriscono il metabolismo.

Cosa succede nel corpo durante la terapia del calore?

Se al corpo viene fornito un calore più duraturo, i vasi si espandono e la circolazione sanguigna aumenta. Questo rilassa i muscoli e stimola l'attività delle ghiandole sudoripare. Il tessuto diventa più elastico e il corpo può recuperare e rigenerarsi. L'apporto di calore e il relativo aumento della temperatura corporea aumentano il polso e quindi stimolano il metabolismo: l'ossigeno e i nutrienti possono essere trasportati meglio e i processi di disintossicazione accelerati - ecco perché il riscaldamento olistico del corpo è ad es. un metodo popolare per rafforzare il sistema immunitario o sostenere la perdita di peso attraverso sessioni di sauna o sudorazione. I mutevoli stimoli caldi e freddi durante una sauna o in una cosiddetta "casetta del sudore" possono avere un effetto profilattico indurendo il corpo e allenando la circolazione, i muscoli e il sistema nervoso vegetativo. Da un lato, la sudorazione ha un effetto di supporto sull'eliminazione dei prodotti di decomposizione metabolica, dall'altro lato, queste forme di apporto di calore richiedono anche una circolazione molto forte e pertanto non sono raccomandate per tutti i gruppi di persone.

L'anestesista e ricercatore di fascia all'Università di Ulm, Dr. Werner Klingler ha recentemente riferito sull'effetto del calore sulla fascia in un corso di ricerca sulla fascia all'Università di Ulm. La sua lezione "Effetti della temperatura sulla fascia" riguardava il calore che porta al rilassamento in molte fasce fisse con disfunzioni miofasciali. È stato dimostrato, ad esempio, che il calore ha un effetto positivo sulla lombalgia (LBP).

Quando non si deve usare la terapia termica?

Esistono una serie di malattie per le quali le applicazioni del calore sono chiaramente scoraggiate: queste includono tutte le malattie infiammatorie acute, febbre, infezioni, sanguinamento, mancanza di respiro, lesioni acute di ogni tipo e gravi disturbi circolatori, perché qui l'apporto di calore può avere effetti di miglioramento dei sintomi e quindi dannosi per la salute avere. I pazienti con infiammazione articolare acuta e problemi alle vene generali dovrebbero anche evitare terapie di calore e applicazioni in sauna.

Ci sono anche controindicazioni di calore ai trattamenti basati sul modello di distorsione della fascia. Ad esempio, i colpi di scena del tessuto della fascia, i cosiddetti nastri trigger, che hanno formato legami (aderenze), possono aderire nuovamente usando il calore. Perché il calore aumenta l'attività nel tessuto trattato e può eventualmente promuovere le cellule del tessuto (fibroblasti), che causano attaccamento. Dopo aver allentato una fascia di innesco con aderenze, fa piuttosto freddo.

L'applicazione del calore può anche essere problematica per i diabetici, poiché la sensazione di calore è limitata in alcuni casi e vi è quindi il rischio di un dosaggio eccessivo di stimoli di riscaldamento, che a sua volta può provocare arrossamenti della pelle o persino ustioni. Inoltre, i pazienti con pacemaker o protesi metalliche sono sconsigliati di trattare con il calore e le donne in gravidanza dovrebbero anche consultare il proprio medico o medico alternativo sui possibili rischi prima di iniziare la terapia termica programmata. (Sb)

potresti essere interessato anche a:
Contrastare la carenza di ferro con i mezzi della natura
Che cos'è la naturopatia?
Biofeedback - In interazione con il corpo

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Menopausa: terapia ormonale sostitutiva e fitoestrogeni (Agosto 2020).