Osteoporosi: latte per prevenire la perdita ossea

Osteoporosi: latte per prevenire la perdita ossea

Esercizio fisico e calcio per prevenire l'osteoporosi

L'osteoporosi colpisce molte persone in età avanzata. La malattia viene spesso notata solo dopo un osso rotto a causa di una caduta. La "perdita ossea" di solito porta a una significativa riduzione della qualità della vita delle persone colpite. Ecco perché l'Associazione federale di auto-aiuto per l'osteoporosi di Düsseldorf fornisce informazioni su come prevenire l'osteoporosi. Esercizio adeguato e una porzione extra di latte sono quindi adatti per la prevenzione.

L'osteoporosi si verifica quando la perdita ossea supera l'accumulo e l'osteoporosi, popolarmente conosciuta come "perdita ossea", colpisce circa l'8% della popolazione in questo paese. Uno dei fattori di rischio è il genere, come mostrano i numeri dei pazienti. Di conseguenza, il 32 percento delle donne e l'8 percento degli uomini nel gruppo di età compresa tra 65 e 74 anni e persino il 48 percento delle donne e il 15 percento degli uomini nella fascia di età superiore ai 75 anni sono interessati. "Nel complesso, l'osteoporosi si verifica negli uomini circa dieci anni dopo rispetto alle donne", ha detto all'agenzia di stampa "dpa" il prof. Heide Siggelkow, presidente dell'organizzazione ombrello per l'osteologia.

Uno dei principali fattori di rischio è l'età, perché nei primi 30 anni di vita la massa, la struttura e la densità delle ossa sono aumentate dalla formazione di nuove cellule. Inoltre, al più tardi dall'età di 40 anni, la rottura dell'osso supera l'accumulo di osso. Ormoni, vitamine e messaggeri svolgono un ruolo importante in questi processi di conversione.

Il calcio minerale e la vitamina D assumono un ruolo cruciale nel metabolismo osseo. Il calcio aumenta la forza e la durezza delle ossa. Per essere in grado di assorbire il minerale nell'intestino dal cibo, il corpo ha bisogno di vitamina D, che aiuta anche con la conservazione del calcio nelle ossa, la cosiddetta mineralizzazione.

Altri fattori di rischio per l'osteoporosi includono una predisposizione genetica e alcuni farmaci che sono prescritti, ad esempio, per l'asma, i reumatismi o la depressione.

Prevenire l'osteoporosi con un'alimentazione sana e l'esercizio fisico "Le misure preventive non possono prevenire la malattia, ma è possibile ritardarla", ha detto all'agenzia di stampa Birgit Eichner, presidente dell'Associazione federale di auto-aiuto per l'osteoporosi. A seconda del rischio individuale, è consigliabile iniziare la prevenzione in anticipo. Per questo, un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata a una dieta sana che è ricca di calcio e vitamina D.

"Dovresti consumare 1000 milligrammi di calcio e 1000 unità di vitamina D ogni giorno alle nostre latitudini", consiglia il professor Christian Kasperk del comitato consultivo scientifico del Board of Bones Health all'agenzia di stampa. Entrambe le sostanze dovrebbero essere aggiunte continuamente perché l'organismo non è in grado di immagazzinarle come scorta. Adatte fonti di calcio sono, ad esempio, latte e prodotti lattiero-caseari come yogurt e formaggio a pasta dura e verdure verdi come broccoli e cavoli. L'organismo può utilizzare un massimo di un quarto della quantità di calcio assorbita dal cibo.

Il fabbisogno di vitamina D può essere soddisfatto solo parzialmente attraverso il cibo. I pesci grassi in particolare sono una fonte adatta. Per assorbire abbastanza vitamina D, è necessario attivare la produzione dell'organismo. Se esposta ai raggi UV-B, la pelle può formare un precursore della vitamina D. "Per garantire l'apporto di vitamina D, è importante esporre la pelle al sole all'aria aperta per almeno mezz'ora", afferma Kasperk. Tuttavia, con l'età, la pelle umana perde questa capacità, quindi assumere integratori vitaminici può avere senso. Tuttavia, la dose deve essere osservata. “Non sappiamo a quale dose di vitamina D si manifestino effetti collaterali negativi come aumento della pressione sanguigna, calcoli surrenali o persino aritmie cardiache. Con 1000 o 3000 unità di vitamina D al giorno, tuttavia, sei al sicuro. "

Esercizio fisico e nutrizione: pilastri delle misure preventive Per i pazienti, il cambiamento nella dieta comporta un grave taglio nella qualità della vita. Per prima cosa devi imparare quali ingredienti e piatti sono benefici e hanno ancora un buon sapore. Anche Lena-Maria Seifert è una paziente: “Prima mangiavo molta carne. Non sapevo che le verdure potessero essere un ingrediente prezioso. Oggi in realtà preferisco l'insalata e le verdure perché so come prepararle in modo gustoso ”.

Oltre a una dieta sana, l'aspetto del "movimento" è molto importante come prevenzione. “Le nostre ossa reagiscono alla funzione muscolare. Più pronunciata è la funzione muscolare, migliore è per la massa ossea e la stabilità ", riferisce l'esperto. Se le ossa sono stressate, la perdita può essere minimizzata per entrambi. Se anche i muscoli sono tesi al limite, la massa muscolare può essere preservata in profondità.

Non tutti i movimenti fanno bene alle ossa. “Il metabolismo nelle ossa è stimolato da carichi d'urto e movimenti diretti contro la gravità. Tutto ciò che è dannoso per le articolazioni, ad esempio gli sport con la palla, fa bene alle ossa ", spiega Kaperk. Più le persone anziane aumentano, maggiore è il rischio di cadere. Più tardi c'è spesso solo una camminata veloce. Dovrebbero essere 10.000 passi al giorno. Inoltre, secondo l'esperto, si raccomanda la ginnastica, che viene eseguita delicatamente. Questi rafforzano i muscoli addominali e della schiena. (Ag)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Osteoporosi e fratture da fragilità: come prevenirle e curarle