I medici stanno progettando macchine per mini dialisi per neonati

I medici stanno progettando macchine per mini dialisi per neonati

I medici salvano la vita di un bambino con una mini macchina per dialisi
24.05.2014

I bambini a volte hanno anche problemi renali pericolosi e quindi hanno bisogno di cure. Finora, tuttavia, non ci sono state macchine per dialisi progettate in modo ottimale per i bambini piccoli. I medici italiani hanno ora sviluppato una tale macchina, con la quale la vita di una neonata potrebbe essere salvata.

I bambini possono avere problemi ai reni pericolosi Anche i bambini piccoli possono avere problemi ai reni che possono richiedere la dialisi per il trattamento. Circa l'uno o il due percento di tutti i bambini piccoli trattati in ospedale ne soffrono. Per i bambini i cui reni non funzionano correttamente, i medici generalmente usano la stessa tecnica usata per gli adulti affetti, la dialisi, chiamata anche lavaggio del sangue. Ma adattare una macchina per dialisi standard ai bambini può essere rischioso perché "le macchine non possono sempre essere regolate con precisione". In Italia, i medici hanno sviluppato una versione in miniatura di un tale dispositivo, che l'anno scorso ha salvato una bambina.

Mini macchina per dialisi sviluppata per neonati I medici hanno ora riportato online sulla rivista specializzata "The Lancet" lo sviluppo della macchina per dialisi e del suo primo paziente. La ricerca è stata sostenuta finanziariamente da un'organizzazione no profit italiana. Secondo l'agenzia di stampa AP, il costo del dispositivo è di 35.000 euro, per cui è stato detto che Ronco non guadagna nulla dalle vendite. Il dispositivo rimuove le tossine dal sangue quando i reni non possono più farlo. La mini-dialisi è progettata per i bambini di peso inferiore a dieci chilogrammi. Secondo i ricercatori, può funzionare a portate significativamente più basse, quindi i medici possono utilizzare cateteri molto più piccoli. Questo è importante per non danneggiare i vasi sanguigni del neonato. La macchina è stata sviluppata dallo specialista renale Claudio Ronco e dai suoi colleghi dell'ospedale San Bortolo di Vicenza. Hanno presentato il dispositivo con l'acronimo Carpediem (macchina di emergenza per dialisi pediatrica cardio-renale).

Il funerale per i neonati era già riservato Solo poche settimane dopo che il dispositivo era stato autorizzato dalle autorità europee l'estate scorsa, Ronco e il suo team stavano già ricevendo il loro primo paziente. Era una bambina di tre giorni che pesava 2,9 kg all'inizio della terapia e soffriva di insufficienza multipla di organi a causa di complicazioni alla nascita. Ronco riferì: "I suoi genitori avevano già prenotato il funerale". Invece, il neonato ha ricevuto la dialisi regolare per quasi un mese. I genitori hanno recentemente visitato il medico con la loro ragazza. Ronco ha spiegato: "La bambina piangeva come una matta perché aveva fame, ma sta andando alla grande." Sebbene la bambina abbia lievi problemi ai reni e abbia bisogno di integratori di vitamina D, altrimenti cresce normalmente.

Altri dieci bambini trattati in Europa Nel frattempo, i medici hanno curato altri dieci bambini in Europa con la macchina per dialisi. La dottoressa Heather Lambert, specializzata in bambini, ha spiegato che "sebbene solo un piccolo numero di bambini necessiti di cure per la dialisi, potrebbe salvare la vita". Insieme ai suoi colleghi del Great North Children's Hospital di Newcastle, Lambert sta già lavorando su una macchina per dialisi simile. Altri ricercatori hanno sperimentato prototipi e un pediatra all'ospedale pediatrico di Montreal, in Canada, Bethany Foster, ha affermato di non poter immaginare che il bambino trattato con il mini dispositivo "sarebbe sopravvissuto con la tecnologia attuale". Autore di un commento di accompagnamento sulla rivista specializzata, che ha anche esortato i medici a prestare attenzione nel trattamento di bambini molto piccoli e ha detto: "Dobbiamo stare attenti a non fare le cose semplicemente perché possiamo".

Immagine: Christian v.R. / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Ospedale Fracastoro: il servizio di emodialisi domiciliare