Aumento del rischio di cancro con molta vitamina E e selenio

Aumento del rischio di cancro con molta vitamina E e selenio

Integratori alimentari: la vitamina E e il selenio possono aumentare il rischio di cancro

Gli integratori alimentari sono in voga da anni. Secondo un nuovo studio, tuttavia, l'assunzione incontrollata di vitamina E e selenio potrebbe aumentare il rischio di sviluppare il cancro. Gli esperti consigliano di assumere integratori alimentari e oligoelementi solo su raccomandazione di un medico.

Il selenio può aumentare il rischio di cancro alla prostata e gli integratori alimentari con vitamine e oligoelementi sono in voga da anni. Come dimostrano gli studi, può anche danneggiare enormemente la tua salute. Già sei anni fa, il National Cancer Institute degli Stati Uniti ha fatto scalpore con lo studio "Selenium and Vitamin E Cancer Prevention Trail" (SELEZIONA), quando ha dimostrato che l'assunzione di vitamina E non ha avuto alcun beneficio, ma al contrario ha aumentato il rischio di cancro. I risultati di un attuale studio di follow-up non sono meno allarmanti. Di conseguenza, anche alte dosi di selenio possono aumentare il rischio di cancro alla prostata. Apparentemente ci sono anche complesse interazioni che promuovono il cancro tra vitamina E e selenio.

Sconsigliamo vivamente l'assunzione incontrollata "L'attuale studio ci mostra chiaramente i pericoli di un'assunzione incontrollata di vitamina E e selenio. Entrambi sono contenuti in integratori alimentari che possono essere acquistati in qualsiasi supermercato e, nel peggiore dei casi, possono portare alla malattia del carcinoma prostatico fatale ", ha dichiarato Kurt Widhalm, Presidente dell'Austria Academic Institute for Nutritional Medicine (ÖAIE), secondo un rapporto della stampa. L'ÖAIE sconsiglia pertanto vivamente l'assunzione incontrollata di integratori alimentari apparentemente innocui. "Dovresti generalmente stare attento a prendere tutti gli integratori per un lungo periodo di tempo", afferma Widhalm.

Le pillole di vitamine e oligoelementi non sono fondamentalmente dannose, tuttavia l'avvertimento non significa che le pillole di vitamine e oligoelementi siano fondamentalmente dannose. "Non è un problema se qualcuno prende il selenio per problemi cardiaci per alcune settimane o mesi." A causa delle concentrazioni a volte molto elevate, Widhalm sconsiglia vivamente di consumare integratori alimentari per lunghi periodi senza controllo medico. Il nutrizionista ha anche sottolineato l'importanza di monitorare regolarmente l'assunzione. “Non tutti assorbono i tessuti allo stesso modo e non tutti hanno le stesse riserve. Pertanto, l'effetto degli integratori dovrebbe essere verificato regolarmente. "Fa un confronto con i farmaci per l'ipertensione:" Anche qui il medico controlla se il farmaco funziona come desiderato o se la dose deve essere modificata. "

Molti anziani assumono troppi integratori alimentari Alcuni mesi fa, il direttore dell'Istituto di epidemiologia II presso l'Helmholtz Zentrum München (HMGU), il professor Dr. Annette Peters che finora "i dati attuali e basati sulla popolazione sull'assunzione di integratori nelle persone anziane" sono stati ampiamente carenti per l'Europa. Tuttavia, molti anziani inghiottirebbero troppi di questi rimedi. Il cinquantaquattro percento delle donne e il 34 percento degli uomini di età superiore ai 64 anni assumerebbero quindi vitamine, minerali o altri additivi supplementari per prevenire la mancanza di vitamine o magnesio o per proteggersi dalle malattie. Anche se, secondo la German Nutrition Society (DGE), quelli che necessitano di cure a lungo termine in particolare spesso mancano di calcio, vitamina D, vitamina E, acido folico e fibre, la fornitura di nutrienti con cereali integrali, verdure e frutta potrebbe essere migliorata. Puoi anche prendere la vitamina E, ad esempio, attraverso oli di alta qualità. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Mandorle Fanno Bene a Cuore, Ossa e Cervello. I 14 Segreti che Devi Conoscere